• Cultura
  • lunedì 24 Settembre 2012

20 foto di “Italia loves Emilia”

Sabato a Campovolo un concertone con Zucchero, Jovanotti, Tiziano Ferro, Ligabue, Elisa e altri ha raccolto quasi 4 milioni di euro

Sabato 22 settembre si è svolto a Campovolo, un’enorme area verde vicina all’aeroporto di Reggio Emilia, il concerto “Italia loves Emilia”, organizzato per raccogliere fondi destinati alla ricostruzione di diversi tipi di scuole (musicali, primarie, medie) nei comuni più colpiti dai terremoti nelle province di Reggio, Modena, Bologna e Ferrara. All’evento, che è durato quasi quattro ore, erano presenti 150mila persone e quasi 1700 emiliani terremotati che non hanno pagato il biglietto. Durante il concerto si sono esibiti (soprattutto in duetti) tredici artisti: Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Jovanotti, Ligabue, Litfiba, Fiorella Mannoia, Negramaro, Nomadi, Renato Zero, Zucchero.

A “Italia loves Emilia” sono stati raccolti 3 milioni e 800 mila euro (un biglietto costava 25 euro) a cui si devono ancora aggiungere i ricavi dei biglietti dei treni speciali di Trenitalia, dell’asta delle chitarre firmate dagli artisti e gli incassi per la visione del concerto su Sky. Il presidente della regione Emilia Romagna Vasco Errani ha dichiarato: «Pubblicheremo online la destinazione di ogni centesimo. Il concerto di giugno a Bologna ci ha portato un milione e 500 mila euro, e abbiamo inaugurato qualche giorno fa i due reparti ospedalieri di Carpi e Mirandola che servivano. Anche qui sarà così. Non un euro deve essere sprecato, tutti devono andare ai comuni, e su questo ci mettiamo la faccia».