• Sport
  • lunedì 23 Luglio 2012

Le pesantissime sanzioni contro la squadra di Penn State

Tutte le vittorie degli ultimi 14 anni di una storica squadra americana di college football sono state annullate, per una storia di pedofilia

La National Collegiate Athletic Association (NCAA), l’associazione che raggruppa gli istituti che organizzano i programmi sportivi dei college e delle università negli Stati Uniti, ha deciso di annullare tutte le vittorie conseguite negli ultimi 14 anni dalla Penn State Nittany Lions, la squadra di football della Università della Pennsylvania (Penn State).

La decisione è stata assunta in seguito alle pesanti accuse di pedofilia formulate nei confronti di Jerry Sandusky, un collaboratore dello storico allenatore della squadra, Joe Paterno, che molestò ragazzini anche all’interno delle proprietà dell’università. Il caso, scoppiato a novembre dello scorso anno, ha fatto molto discutere negli Stati Uniti e coinvolge una delle squadre più famose del campionato universitario di football per college e accademie militari, il cosiddetto college football.

Negli ultimi giorni si era parlato della possibilità che la NCAA potesse assumere decisioni ancora più drastiche, imponendo la fine dell’attività sportiva della squadra. L’associazione ha emesso una serie di multe nei confronti della Penn State per un totale di 60 milioni di dollari. Le sanzioni comprendono anche una squalifica di quattro anni e la possibilità per i giocatori di spostarsi immediatamente in nuove squadre, gareggiando per altre istituzioni scolastiche.

La vicenda nasce dal caso di Jerry Sandusky, ex collaboratore di Paterno, condannato per aver molestato dieci ragazzini nel corso di circa 15 anni. Un’indagine interna organizzata dalla Penn State ha anche dimostrato che in almeno due casi, nel 1998 e nel 2001, Paterno e altri responsabili furono informati delle accuse contro Sandusky, ma non fecero nulla. Paterno è morto a gennaio, a 84 anni, dopo aver lasciato a novembre il proprio incarico. Secondo la NCAA, la responsabilità di quanto è accaduto non è solamente dei dirigenti della squadra, ma dei dirigenti della Penn State in generale.

Nei 46 anni in cui la squadra fu allenata da Paterno, ottenne il record di 409 vittorie, con solo 136 sconfitte e 3 pareggi. Paterno deteneva anche il record per il maggior numero di vittorie di carriera nel college football e contribuì a rendere i Penn State Nittany Lions una delle squadre più forti della sua categoria. In seguito alla decisione della NCAA, Paterno ha perso il riconoscimento di 111 vittorie ottenute tra il 1998 e il 2011 e non è quindi più al primo posto della classifica, dove ora c’è John Gagliardi.

foto: alcuni studenti della Penn State ascoltano la decisione della NCAA (Patrick Smith/Getty Images)