• Mondo
  • lunedì 28 Maggio 2012

I risultati delle elezioni in Egitto

Ora è ufficiale, vanno al ballottaggio Mohammed Mursi dei Fratelli Musulmani e l'ex premier Ahmed Shafiq

Oggi la Commissione elettorale egiziana ha reso noti i risultati del primo turno delle elezioni presidenziali. Secondo i dati ufficiali e come già anticipato dalle proiezioni dei giorni scorsi, il candidato dei Fratelli Musulmani, l’islamista Mohammed Mursi, è quello che ottenuto ha ottenuto più voti, circa 5,7 milioni. Al secondo posto è arrivato l’ex premier ed ex comandante dell’aeronautica militare Ahmed Shafiq. Mursi e Shafiq si contenderanno quindi la presidenza al ballottaggio dei prossimi 16 e il 17 giugno.

Per quanto riguarda gli altri candidati, è arrivato terzo l’attivista di sinistra Hamdeen Sabbahi (con 4,8 milioni di voti) e quarto l’islamista moderato ed ex esponente dei Fratelli Musulmani Abdel Moneim Aboul Fotouh, con poco più di 4 milioni di voti. L’affluenza, nonostante si trattasse di elezioni storiche per l’Egitto, è stata piuttosto bassa. Al primo turno hanno votato 23.672.236 aventi diritto al voto, cioè il 46,42 per cento del corpo elettorale, mentre le schede nulla sono state circa 460mila.

I risultati hanno contraddetto nettamente i sondaggi condotti nelle settimane prima del voto, molti dei quali vedevano in netto vantaggio Amr Moussa, l’ex segretario della Lega Araba ed ex ministro degli Esteri di Mubarak fino agli anni Novanta. Moussa è arrivato solo quinto, con 2,6 milioni di voti.

Oggi Abdel Moneim Aboul Fotouh, ex-esponente dei Fratelli musulmani, moderato islamista e uno dei favoriti secondo i sondaggi prima del voto, ha detto che i risultati delle elezioni “non corrispondono alla realtà” perché, secondo Fotouh, molti voti sarebbero stati comprati dai candidati che hanno preso più voti. Inoltre, secondo Fotouh, ai rappresentanti di molti candidati è stato negato l’accesso ai seggi nel corso dello spoglio. Secondo la Commissione elettorale sono stati invitati osservatori di ben 50 paesi per assistere alle operazioni di voto e di spoglio.

I salafiti, che al primo turno hanno appoggiato proprio Fotouh, hanno fatto sapere che al secondo turno appoggeranno Mursi. L’altro candidato al ballottaggio, Shafiq, ha invitato tutti gli altri candidati a votare per lui e sabato si è rivolto ai giovani di Piazza Tahrir dicendo che lui è l’uomo giusto per “riprendere il controllo della rivoluzione”.

– Guida alle presidenziali in Egitto (con le descrizioni dei candidati)

nella foto, un’immagine di Mohammed Mursi (MARCO LONGARI/AFP/GettyImages)