I 10 migliori “Diceva Pereira”

Il giochino di stamattina su Twitter è nato da un inciampo in tv del sottosegretario Polillo

Stamattina ad Agorà su Rai 3 il sottosegretario Gianfranco Polillo, ospite assiduo di molti programmi tv, ha citato il titolo di un famoso romanzo di Antonio Tabucchi, lo scrittore morto ieri a Lisbona, ma si è sbagliato e ha parlato di “Diceva Pereira” invece che di “Sostiene Pereira”. Lo ha corretto in studio Oliviero Beha, ma sull’onda dell’inciampo il giornalista e blogger Filippo Sensi (noto in rete come Nomfup) ha lanciato su Twitter un giochino di possibili strafalcioni simili, che ha avuto un grande successo e partorito diverse idee spiritose, senza prendersi troppo sul serio e stando lontano dal saccentismo maestrino. Tutto segnalato dallo hashtag #dicevapereira, che è intanto entrato tra i “Twitter trends”.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.