• Mondo
  • lunedì 27 Febbraio 2012

L’incendio sulla Costa Allegra

Si trova al largo delle Seychelles e non ha motori funzionanti: è stata raggiunta da una prima nave e dovrebbero cominciare nella notte le operazioni di soccorso

Questa mattina alle 10.39, ora italiana, si è sviluppato un incendio a bordo della nave da crociera Costa Allegra della Costa Crociere, che si trova nell’Oceano Indiano ed era in viaggio dal Madagascar verso le Seychelles. L’incendio è stato rapidamente spento, ma ha compromesso il funzionamento dei motori della nave. La Costa Allegra è quindi alla deriva a 200 miglia a sud-ovest delle Seychelles. A bordo ci sono 627 passeggeri e 413 persone dell’equipaggio. Un primo peschereccio oceanico (lungo 90 metri) è partito per portare soccorsi e ha raggiunto la nave intorno alle 23, ora italiana. Nella notte arriverà un secondo peschereccio, mentre domani la Costa Allegra sarà raggiunta da due rimorchiatori. Dall’Italia sono partiti una quindicina di tecnici della Costa Crociere: cercheranno di far ripartire i generatori della nave con l’obiettivo di avere una propulsione minima, ma sufficiente per raggiungere in modo autonomo un porto dove effettuare le riparazioni. Se l’ipotesi dovesse fallire saranno i due rimorchiatori a dover trainare la Costa Allegra fino a Mahé, l’isola più grande dell’arcipelago.

***

23.07 – Il primo peschereccio che avrebbe dovuto raggiungere il punto al largo delle Seychelles in cui si trova Costa Allegra, ha accelerato le operazioni e raggiungerà la nave «a minuti». Lo ha comunicato il comandante Giorgio Moretti, direttore delle Operazioni Nautiche di Costa Crociere. L’arrivo era previsto intorno a mezzanotte, ora italiana.

22.29 – A bordo della nave Costa Allegra, secondo quanto riferisce la compagnia Costa Crociere, ci sono pane, acqua potabile e cibo in scatola. Non manca la luce elettrica, ma non funzionano l’impianto di propulsione e quello di condizionamento. Per questo, il comandante di Costa Allegra, Nicolò Alba, ha ordinato ai passeggeri di stare sul ponte, e non nelle cabine.

22.25 – Il capitano Giorgio Moretti, direttore dell’unità di crisi, ha spiegato: «Per adesso le comunicazioni sono assicurate dal sistema satellitare Iridium dedicato alle emergenze, ma nel momento in cui si scaricheranno le batterie non avremo più comunicazioni. Per questo si alzerà in volo un elicottero che porterà su Costa Allegra telefoni cellulari e cibo fresco».

22.23 – Il capitano Giorgio Moretti, che gestisce le operazioni di emergenza per Costa Crociere, ha detto che nell’unità di crisi che ha assunto la gestione della Costa Allegra ci sono anche Roberto Ferrarini, Paolo Parodi e Mafred Ursprunger, indagati per il naufragio di Costa Concordia.

21.18 – Il capitano Giorgio Moretti, direttore dell’unità di crisi di Costa Crociere, ha detto che «tende a escludere» che l’incendio su Costa Allegra sia di origine dolosa ma, ha aggiunto «faremo i nostri accertamenti. La nave aveva superato di recente tutti i controlli di sicurezza».

21.10 – Dall’Italia sono partiti una quindicina di tecnici della Costa Crociere che arriveranno domani mattina a Mahe: dopo aver raggiunto la nave cercheranno di far ripartire i generatori con l’obiettivo di avere una propulsione minima, ma sufficiente per raggiungere in modo autonomo un porto dove effettuare le riparazioni. Se l’ipotesi dovesse fallire saranno i i rimorchiatori a dover trainare la nave fino a Mahé, l’isola più grande dell’arcipelago, a non più di 5 nodi l’ora: quindi ci vorranno almeno 40 ore per arrivare a destinazione.

18:27 – Le condizioni meteo nella zona in cui si trova la Costa Allegra sono stabili: per le prossime ore sono previsti alcuni lievi rovesci, che non dovrebbero comunque complicare le operazioni di soccorso e aiuto da parte delle navi che stanno raggiungendo l’imbarcazione della Costa Crociere.

17:59 – Il comandante della Costa Allegra ha nuovamente confermato poco fa alla Guardia costiera italiana che tutti i passeggeri a bordo stanno bene.

17:48 – Un aeroplano decollato dalle Seychelles ha sorvolato la Costa Allegra per verificare la stabilità dell’imbarcazione. La nave non sembra avere problemi di galleggiamento.

17:36 – La prima nave dovrebbe raggiungere la Costa Allegra intorno alle 24, ora italiana. Un’altra imbarcazione sarà nella zona circa quattro ore dopo l’arrivo della prima. Sui tempi potrebbero influire le condizioni meteo.

17:34 – Nicastro: la Costa Allegra non ha motori in funzione e quindi non può stabilire una propria rotta; è comunque una nave di grossa stazza e non è quindi in situazione di pericolo.

17:33 – Nicastro: contatti periodici con il comandante della nave, il suo staff e le autorità marittime nella zona.

17:32 – Cosimo Nicastro (Guardia Costiera) è intervistato ora da SkyTg24: i motori sono in avaria, due motopesca francesi sono in viaggio verso la Costa Allegra e arriveranno verso le 24, si prevede.

17:07 – Il video promozionale della Costa Allegra, dal sito di Costa Crociere.

16:57 – La Costa Allegra ha 20 anni ed è stata totalmente rinnovata nel 2006. Ha una stazza di 28.597 tonnellate e può raggiungere una velocità massima di 22 nodi.

16:44 – Costa Crociere ha diffuso un comunicato sull’incidente sulla Costa Allegra:

Costa Crociere è stata informata che oggi alle ore 10.39, ora italiana, un incendio si è sviluppato a bordo della motonave Costa Allegra in sala macchine, nel locale generatori elettrici situato a poppa.
Le procedure e il sistema antincendio di bordo sono stati prontamente attivati e le speciali squadre antincendio di bordo sono intervenute; l’incendio è stato estinto e non si è esteso a nessuna altra zona della nave. Non ci sono stati feriti o vittime.
A titolo di precauzione a bordo è stato prontamente dato l’allarme di emergenza generale; tutti i passeggeri e i membri dell’equipaggio, non impegnati nella gestione dell’emergenza, si sono recati alle muster station con le dotazioni di sicurezza necessarie.
Attualmente la nave si trova a oltre 200 miglia a sud-ovest delle Seychelles e a circa 20 miglia da Alphonse Island; sono in corso le verifiche sullo stato della sala macchine per poter far ripartire le strumentazioni necessarie a riattivare la funzionalità della nave.
Come da procedure, sono state avvertite le Autorità competenti, tra cui il Maritime Rescue Control Centre di Roma che stanno seguendo gli sviluppi della situazione per dare il supporto necessario. La nave ha lanciato il segnale di richiesta di soccorso.
La Compagnia e le Autorità competenti sono attive per fornire alla nave il supporto necessario in funzione dell’evolversi della situazione. Sul luogo si stanno recando rimorchiatori e altri mezzi di supporto.

A bordo della nave sono presenti 636 passeggeri di varie nazionalità e 413 membri di equipaggio.
La nave, partita sabato 25 febbraio da Diego Suarez, era diretta al porto di Victoria (Mahè, Seychelles) dove era prevista arrivare domani, 28 febbraio.

Costa Allegra, costruita nel 1992 dai cantieri Mariotti di Genova, 28597 tonnellate di stazza, è lunga 188 metri. Con una capacità massima di 1400 persone, ha otto ponti passeggeri e 399 cabine.

16:41 – La nave era in viaggio da Nosy Be (Madagascar) a Mahé (l’isola più grande dell’arcipelago delle Seychelles), dove sarebbe dovuta arrivare domani (da A a B nella mappa).

16:37 – L’Unità di crisi del ministero degli Esteri si è attivata ed è in contatto con Costa Crociere per verificare che a bordo non ci sia nessun ferito.

1 2 Pagina successiva »