• Video
  • lunedì 9 Gennaio 2012

4748 autoscatti per una vita difficile

Jeff Harris ha cominciato nel 1999 a farsi un autoscatto al giorno (o a chiedere ad altri di fargli una fotografia). Racconta che le foto all’inizio erano molto ripetitive, ma che poi lentamente è riuscito a rendere gli scatti sempre diversi e originali. Il fatto di dover affrontare ogni giorno l’autoscatto l’ha portato a fare cose che altrimenti non avrebbe fatto (i tuffi nell’acqua ghiacciata). Nel 2008 gli è stato diagnosticato un cancro al bacino e la fotografia quotidiana, spiega Harris, è diventata una sorta di terapia per affrontare il percorso di cura. Per asportargli il tumore i medici hanno dovuto recidere il nervo che controlla l’uso della gamba sinistra lasciandogliela paralizzata. Harris si muove ora in sedia a rotelle o con le stampelle, ma il suo progetto continua.

Vi avvertiamo: alcune immagini sono molto forti, Harris si è fatto scattare fotografie anche durante gli interventi chirurgici. Vi sconsigliamo il video se questo tipo di immagini può impressionarvi.