• cit
  • lunedì 2 gennaio 2012

Isaac Asimov e il computer

«La disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta».

(Isaac Asimov, biochimico e scrittore di origine russa,
considerato uno dei maggiori autori di fantascienza di tutti i tempi)