• Cultura
  • Questo articolo ha più di dieci anni

Il centenario di Nino Rota

Il compositore di alcune delle colonne sonore più belle di sempre era nato oggi nel 1911, oggi lo celebrano anche Google e il Post, con la vostra collaborazione

Il 3 dicembre 1911 nacque a Milano Nino Rota, compositore di grande fama mondiale soprattutto grazie alle sue molte colonne sonore cinematografiche. Aveva iniziato a studiare e a scrivere musica giovanissimo, ed era entrato al conservatorio di Milano a dodici anni. Durante la sua lunga carriera scrisse anche una decina di opere liriche, alcuni balletti e moltissimi altri lavori per orchestra, corali o da camera.
Iniziò a comporre colonne sonore nei primi anni Trenta, e nel corso della sua carriera collaborò con Luchino Visconti, Franco Zeffirelli, Eduardo de Filippo, Mario Monicelli, Francis Ford Coppola (per cui scrisse le musiche dei primi due film del Padrino: per il secondo ricevette l’Oscar per la miglior colonna sonora) e soprattutto con Federico Fellini, con cui ebbe una collaborazione che iniziò con Lo sceicco bianco (1952) e si concluse con Prova d’orchestra (1979), passando per I vitelloni (1953), La strada (1954) e (1963). Nel complesso, Nino Rota scrisse oltre 150 colonne sonore. Rota morì il 10 aprile 1979 a Roma (anche Google lo celebra, con il doodle di oggi).
Queste sono le sue cose più famose, ma si sa com’è con i film e le musiche: ognuno ha le sue. Altre segnalazioni e passioni sono benvenute, nei commenti.

I vitelloni, diretto da Federico Fellini, 1953

La dolce vita (finale), diretto da Federico Fellini, 1960

Rocco e i suoi fratelli, diretto da Luchino Visconti, 1960

Il Gattopardo, diretto da Luchino Visconti, 1963

, diretto da Federico Fellini, 1963

Il padrino, diretto da Francis Ford Coppola, 1972

Amarcord, diretto da Federico Fellini, 1973

foto: AP Photo/Broglio