• Mondo
  • martedì 8 novembre 2011

Bangkok, dall’alto

Le foto aeree della capitale thailandese sommersa da quasi venti giorni

Il ministro dell’Energia thailandese, Pichai Naripthaphan, ha detto ieri che la crisi provocata dalle piogge torrenziali in buona parte del paese e della capitale, Bangkok, potrebbe andare avanti per un altro mese. Sempre ieri le autorità sanitarie hanno confermato che la situazione è tale da generare diversi rischi per la salute: le acque che allagano la zona settentrionale di Bangkok iniziano a essere stagnanti e sempre più sporche. Sempre ieri il governo thailandese ha ordinato l’evacuazione di un altro quartiere della capitale, il 12esimo a essere sfollato dall’inizio della crisi. Le alluvioni bloccano da oltre due settimane la parte settentrionale di Bangkok. Le peggiori piogge torrenziali degli ultimi cinquant’anni hanno ucciso in tutto il paese oltre 500 persone.

Tutti gli articoli del Post sulle alluvioni in Thailandia

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.