• Video
  • lunedì 19 settembre 2011

16 cose da sapere se volete diventare una rock star

L’ingresso al primo festival di Glastonbury, nel 1970, costava una sterlina. Il prezzo del biglietto comprendeva una bottiglia di latte in omaggio.
“Billie Jean” di Michael Jackson è stato il primo video di un afroamericano trasmesso da Mtv.
La chitarra più costosa della storia è una Stratocaster autografata venduta per 2.7 milioni di dollari.
Mentre Napster operava illegalmente (1998-2001) la vendita di CD è cresciuta di oltre 500 milioni.
Nel 2002 prima del download digitale (legale), nel Regno Unito erano stati venduti 43 milioni di cd di singoli.
Nel 2009 ne sono stati venduti 1.9 milioni, ma ne sono stati scaricati legalmente 119 milioni. Il 95% dei download di musica è illegale.
Su 20 band che firmano un contratto con un’etichetta discografica, solo una venderà più di mille copie. Il 70% della musica del mondo è distribuito da quattro società: EMI, Warner Music Group, Sony BMG, Universal Music Group. Warner ha comprato i diritti di “hippy birthday” per 28 milioni di dollari.
Gibson produce 1.380.000 di chitarre ogni anno. Ogni anno si producono 2.4 miliardi di cd, la metà dei quali sono vuoti.
La vendita dei vinili è in crescita.
Dr Dre ha venduto il 51% della sua società di produzione di cuffie “Beats” per 300 milioni di dollari. In Svezia Spotify guadagna più di iTunes.
Facebook lancerà una piattaforma musicale che per il prossimo anno dovrebbe raggiungere il miliardo di utenti.

Un video di SimplyZesty.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.