Un piccolo vulcano di fango formatosi lungo la fascia meridionale della faglia di Sant'Andreas vicino al Lago Salton, in California, 20 giugno 2011. (David McNew/Getty Images)
  • Mondo
  • martedì 23 Agosto 2011

Un lago speciale

Le foto del lago Salton, in California, ricco di sorgenti geotermali, vulcani di fango e salato al punto da uccidere i pesci

Un piccolo vulcano di fango formatosi lungo la fascia meridionale della faglia di Sant'Andreas vicino al Lago Salton, in California, 20 giugno 2011. (David McNew/Getty Images)

Il lago Salton è un lago salato vasto più di 970 chilometri quadrati che si trova nel sud della California, negli Stati Uniti. Si è formato in una depressione naturale – a circa 69 metri sotto il livello del mare – direttamente sopra la faglia di Sant’Andreas, la faglia geologica lungo la quale si incontrano le placche tettoniche del Pacifico e del Nord America. Il lago si è formato nel 1905 quando il fiume Colorado straripò a causa delle forti piogge e della neve sciolta, allagando le zone circostanti. L’inondazione ruppe un canale del fiume che si riversò per quasi due anni nella depressione, allagando le fattorie, e le case che si trovavano nella zona. Negli anni Venti il lago divenne un’attrazione turistica grazie alle spiagge, all’acqua simile a quella del mare e all’attività geotermica presente soprattutto nella zona orientale del lago, dove ci sono numerose sorgenti termali, solfatare e piccoli vulcani di fango. Il lago ospita inoltre più di 400 specie di animali e circa il 30 per cento di tutti i pellicani presenti negli Stati Uniti.

(Salton Riviera: il video che mostra come è oggi il lago)

Negli ultimi anni la salinità dell’acqua è notevolmente aumentata a causa dell’evaporazione delle acque e della continua presenza di sorgenti geotermali ricche di sali minerali, provocando la morte di numerose specie di pesci. Inoltre le acque del lago si stanno riducendo a causa della diminuzione delle precipitazioni, del massiccio prelievo delle acque del Colorado per irrigare i campi, e per le alte temperature che fanno evaporare l’acqua. Nel 2008 l’ufficio legislativo della California ha stilato un piano per preservare l’ecosistema del lago Salton che prevede di ridurne del 60 per cento la superficie in modo da renderla più facilmente gestibile. La parte centrale del lago sarà lasciata evaporare e si trasformerà in una salina, mentre in quella meridionale verrà preservato l’habitat salino.