• Mondo
  • venerdì 1 Luglio 2011

Le piogge torrenziali ad Abidjan

In Costa d'Avorio si corre tra il fango e ci si rifugia tra i tetti, mentre le strade sono sommerse dall'acqua

Negli ultimi giorni la regione sud-orientale della Costa d’Avorio è stata colpita da piogge piuttosto violente che hanno allagato case e strade. In Costa d’Avorio le inondazioni a causa delle piogge torrenziali sono frequenti, in questo periodo: l’anno scorso molte case sono state completamente distrutte, sia nelle baraccopoli che nei quartieri residenziali, e ci sono stati anche dei morti. Il governo ha varato un piano di emergenza per prevenire le catastrofi naturali e cercare di contenerne i danni.

Le piogge stanno mettendo a rischio la produzione di cacao, una delle principali fonti di reddito del paese. Paul Essien, che lavora in una piantagione di cacao vicino ad Aboisso, a circa cento chilometri di Abidjan, ha detto all’agenzia di stampa Reuters che «le strade sono bloccate, ci sono molte inondazioni e i contadini hanno difficoltà a lavorare nelle piantagioni. Abbiamo bisogno di più sole a luglio, altrimenti la qualità delle fave di cacao diminuirà drasticamente. Abbiamo paura di un drastico ridimensionamento dei prezzi nella prossima settimana».

Ieri una forte pioggia si è abbattuta anche su Abidjan, la città più popolosa e il centro commerciale più importante del paese. Molti quartieri della città sono stati allagati dall’acqua e un numero non precisato di abitanti è stato evacuato. La pioggia ha creato grossi problemi anche al traffico, inondando le strade e impedendo la circolazione. Qualcuno ha cercato di ripararsi salendo sui tetti delle case, mentre molte abitazioni sono state completamente sommerse dall’acqua.