• Mondo
  • venerdì 25 Marzo 2011

Rimettere a posto il Giappone

Non si può riparare tutto in sei giorni, come l'autostrada: le foto di una proibitiva operazione di sgombero e ricostruzione

Stanno facendo il giro del mondo le immagini dell’autostrada giapponese ricostruita dopo appena sei giorni dal violento terremoto dello scorso 11 marzo. È uno straordinario ed esemplare esempio di efficienza, ma non è che le cose siano ovunque così semplici: intere cittadine sono state quasi completamente rase al suolo, l’acqua del mare ha trasportato detriti e macerie dapppertutto e alcuni di questi, come sappiamo, sono particolarmente complicati da rimuovere. Barche sulla terraferma, macchine in acqua, case alla deriva e tutto quanto. In più c’è sempre il pericolo delle contaminazioni radioattive, che impongono particolare attenzione con la pulizia di mezzi e superfici. Insomma, è dura, ma il Giappone sta provando a rimettersi a posto.