• Cultura
  • martedì 15 Febbraio 2011

I nuovi spot di EF sulle vacanze studio

Quattro video combinano musica, immagini e tipografia per riassumere perfettamente l'esperienza della vacanza-studio all'estero

La definizione di vacanza studio trae in inganno due diverse (e in questo caso opposte) categorie di persone: da una parte i genitori, spaventati dai costi troppo onerosi per qualcosa che contiene la minacciosa parola “vacanza”, dall’altro i ragazzi, insospettiti invece dalla prospettiva di infettare l’inebriante assaggio di indipendenza con lezioni e compiti, in un periodo solitamente consacrato alla nullafacenza. Quest’anno EF, la rete più nota di scuole di lingua all’estero, per la sua nuova campagna “Live the Language” ha scelto di accostare ai soliti depliant che celano, tra garanzie di apprendimento e di divertimento, il temuto listino prezzi, una serie di quattro video che pubblicizzano quattro delle mete più importanti: Barcellona per lo spagnolo, Londra per l’inglese, Parigi per il francese e Pechino per il cinese.

I video, realizzati in collaborazione dal regista Gustav Johansson, dal direttore della fotografia Niklas Johansson e dall’art director svedese Albin Holmqvist, che si è occupato dell’aspetto tipografico, lavorano soprattutto sul rendere attraente, irrinunciabile e “cool” l’idea di partire: piacevolissimi da guardare anche se non si ha alcuna intenzione di fare una vacanza studio, se una vacanza studio la si ha già fatta, se si è stati in una di queste mete, indipendentemente da studio o viaggi organizzati, da giovani o da vecchi. Ma anche se volete solo vedere un ottimo esempio di combinazione tra video e tipografia.

Pechino:

Londra:

Parigi:

Barcellona: