Guida ai Golden Globes

Le nomination e i favoriti dell'evento di domani

di Chiara Lino

Domenica, a Los Angeles, si terrà la sessantottesima edizione dei Golden Globe, primo evento di grande rilevanza della cosiddetta awards season, la stagione delle premiazioni. I riconoscimenti, consegnati durante un pranzo di gala, sono assegnati da una giuria di novanta giornalisti alle migliori uscite cinematografiche e televisive dell’anno appena trascorso.

Tra le nomination risaltano The Kids Are All Right (I ragazzi stanno bene), il film indipendente che ha conquistato la critica al Sundance, ed Emma Stone per Easy Girl, una commedia per ragazzi brillante e maliziosa. Ma, ovviamente, si punta tutto sui colossi: Inception, Il cigno nero, Il discorso del re, The Social Network.

MIGLIOR FILM DRAMMATICO

Cigno nero – Black Swan
The Fighter (atteso nelle sale italiane l’11 marzo 2011)
Inception
Il discorso del re (The King’s Speech, in Italia dal 28 gennaio)
The Social Network

Impossibile predire il risultato: la critica si è sperticata in lodi per Il discorso del re, la storia romanzata di come il balbuziente Giorgio VI salì al trono d’Inghilterra e riuscì a tenere il famoso discorso che diede alla nazione il coraggio per affrontare la Seconda Guerra Mondiale, ma è impossibile ignorare la presenza di Inception e di The Social Network, che hanno monopolizzato le chiacchiere cinematografiche degli ultimi mesi. Per non parlare di Black Swan, attesissimo sia dalla critica che dal pubblico e acclamato da entrambi.

MIGLIOR FILM – COMMEDIA O MUSICAL

Alice in Wonderland
Burlesque
I ragazzi stanno bene (The Kids Are All Right)
Red
The Tourist

Pur trattandosi di un film indipendente, come si diceva nell’introduzione, The Kids Are All Right potrebbe avere concrete possibilità di vittoria: in questa categoria la competizione è molto meno accesa che tra film drammatici. Alice In Wonderland, ultima creatura di Tim Burton, non ha mai ricevuto il gradimento previsto, e sembra improbabile che The Tourist, nonostante il numero di nomination, porti a casa granché.

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE

Cattivissimo me (Despicable Me)
Dragon Trainer
L’illusionista (L’illusionniste)
Rapunzel – L’intreccio della torre
Toy Story 3

È stata una bella annata per i film di animazione: prevale il 3D in quattro su cinque nomination, con la sola eccezione del più tradizionale e sofisticato L’Illusionista, e i film in lista sono tutti estremamente godibili. Ma pare ridicolo ipotizzare la vittoria di qualunque alternativa al meraviglioso Toy Story 3, quindi se avete dei soldi da scommettere vi consigliamo di puntare tutto su quello.

MIGLIOR FILM STRANIERO

Biutiful (Messico, Spagna)
Il Concerto (Le concert, Francia)
Kray (Kpaй, Russia)
Io sono l’amore (Italia)
In un mondo migliore (Hævnen, Danimarca)

Non si sa se la giuria si lascerà conquistare dalla pretenziosità politica di Biutiful, dalla splendida fotografia di Io sono l’amore, o se cadrà infine sulla scelta più ovvia, consegnando il premio al lodatissimo Il Concerto.

1 2 3 Pagina successiva »