• Mondo
  • domenica 9 gennaio 2011

I droni a Miami come in Afghanistan

La polizia ha deciso di acquistare un aeroplano da ricognizione per controllare la città, ma molti temono per la loro privacy

Il dipartimento di polizia di Miami (MDPD) ha da poco stretto un accordo per acquistare un drone, un piccolo aeroplano guidato a distanza e dotato di telecamere come quelli utilizzati dall’esercito statunitense in Afghanistan e Iraq per compiere le ricognizioni sul territorio. La scelta non piace agli abitanti della città della Florida, preoccupati per la loro privacy e degli usi che la polizia potrebbe fare del nuovo dispositivo.

Il drone acquistato dal MDPD pesa meno di dieci chili e può rimanere in volo per una quarantina di minuti. Il piccolo aeroplano guidato a distanza raggiunge un’altitudine massima pari a tremila metri e una velocità intorno ai 75 chilometri orari. Il nuovo drone sarà utilizzato dai reparti speciali della polizia per coordinare le operazioni di monitoraggio delle aree più pericolose della città.

I membri dell’American Civil Liberties Union, un’organizzazione non governativa che si batte per la difesa delle libertà individuali, ritengono che il nuovo aeroplano teleguidato potrà essere utilizzato a Miami solo dopo la messa a punto di regolamenti chiari sul suo utilizzo e sugli scopi delle ricognizioni, come spiega il responsabile per la Florida dell’associazione, Howard Simon: «Non c’è alcun motivo per non adottare nuove soluzioni tecnologiche se rendono le strade più sicure e se aiutano la polizia. Tuttavia, ci preoccupiamo per le possibili minacce per la privacy dovute a questa nuova tecnologia».

Secondo gli esperti di sicurezza, il nuovo drone potrà aiutare le forze di polizia a intervenire più rapidamente sia per sedare il crimine che per affrontare altre emergenze. I detrattori dell’iniziativa si chiedono però se sia opportuno investire del denaro in un nuovo dispositivo, costoso anche da mantenere, in un momento in cui il Dipartimento è obbligato a compiere numerosi tagli per tenere a posto i propri conti.

I droni vengono già utilizzati per scopi civili negli Stati Uniti lungo il confine con il Messico. I Predator pattugliano il confine e aiutano le forze dell’ordine a identificare i contrabbandieri e combattere l’entrata delle sostanze stupefacenti negli Stati Uniti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.