• Internet
  • Questo articolo ha più di undici anni

Attaccati i siti europei di Amazon

Per almeno un'ora sono state "down" le pagine tedesche, francesi, inglesi e italiane. Non si sa se abbia a che fare con la polemica su Wikileaks

23,20: a quanto sembra non si è trattato di un intervento DDOS (Distributed Denial of Service) ma di un più moderato attacco di tipo LOIC (Low Orbit Ion Cannon) capace solo di creare un disservizio temporaneo impedendo l’accesso al sito.

22,48: adesso Amazon.it è tornato raggiungibile.

22,45: Jeff Jarvis segnala su Twitter che riesce ad aprire Amazon.co.uk in modo intermittente.

22,43: oggi c’è stato anche un attacco al sito americano di news Gawker, ma non si vedono relazioni tra i due casi

Aggiornamento 22,42: Amazon “sta investigando” i problemi.

We are investigating elevated error rates and latencies for the EC2 APIs in the EU-WEST-1 region.

*****

Circa dalle 22 i siti europei di Amazon sono “down”. Non ci sono al momento informazioni di nessun tipo su quanto stia avvenendo, e naturalmente molti sospetti in rete si stanno appuntando sull’ipotesi di un attacco di hacker in ritorsione per l’iniziativa di Amazon di escludere Wikileaks dai suoi servizi web. Altre iniziative contro Mastercard e Visa per le stesse ragioni erano state compiute la settimana scorsa dal gruppo di hacker che si è battezzato “Anonymous”. Ma in un secondo momento quel gruppo sembrava aver voluto spostare le proprie proteste su scelte meno “distruttive” e in particolare per Amazon aveva annunciato di non voler creare complicazioni agli utenti.