• Tecnologia
  • Questo articolo ha più di dodici anni

Cosa sappiamo del Daily, giornale solo per iPad

Rupert Murdoch e Steve Jobs lavorano al primo quotidiano leggibile solo su tablet, sarà pronto nel 2011

Rupert Murdoch, il magnate australiano proprietario di News Corp. la società che tra i tanti controlla il Wall Street Journal e la Fox, si è messo al lavoro per creare il primo quotidiano concepito esclusivamente per iPad. Il nuovo giornale si chiamerà The Daily e secondo numerosi analisti sarà realizzato in collaborazione con Apple, interessata a offrire sul proprio App Store una applicazione innovativa per l’informazione, così da dimostrare la possibilità di creare prodotti editoriali solo per iPad e non semplici derivazioni delle pubblicazioni già disponibili su altro supporto, come carta e internet.

Al momento le informazioni sul progetto sono poche, ma alcuni dettagli sembrano suggerire un impegno su larga scala di News Corp. e una conferma della visione di Murdoch dell’editoria digitale, che dovrà mantenersi non solo grazie alla pubblicità, ma anche ai contenuti a pagamento. Dallo scorso luglio, l’edizione online del britannico Times, controllato da News Corp., può essere consultata solo in abbonamento o con il pagamento di una sterlina per un singolo numero del giornale. Il Daily dovrebbe prevedere un modello di business simile, ma con un costo molto più basso intorno al dollaro a settimana.

Solo per tablet
Il Daily potrà essere letto solamente attraverso un’applicazione per iPad. Avrà anche un sito web accessibile attraverso il browser, ma conterrà solamente alcuni rimandi all’applicazione e contenuti per promuovere il giornale stesso. Valutato l’andamento della nuova iniziativa editoriale, alla versione per iPad sarà affiancata una edizione compatibile con i tablet animati da Android, il sistema operativo di Google.

Qui, New York
La sede del nuovo giornale sarà a New York, probabilmente presso la sede di News Corp. e sarà – almeno per i primi tempi – concentrato sulle notizie che interessano gli Stati Uniti. Il piano prevede di creare un giornale che possa fare concorrenza alle testate più lette o popolari come il New York Times e USA Today. Il modello editoriale sarà però diverso e privilegerà le notizie nazionali, dedicando meno spazio alle notizie internazionali.

Numeri
Il Daily partirà con un budget iniziale di 30 milioni di dollari che consentirà di coprire le spese per il primo anno di attività. Stando alle prime indiscrezioni, il quotidiano per i tablet avrà un centinaio di giornalisti e altri cinquanta dipendenti tra sviluppatori, staff tecnico e responsabili per la promozione dell’iniziativa. Al giornale dovrebbero approdare alcune firme del New Yorker, il New York Post, AOL, l’Atlantic e il New York Times.

Jobs
Pare che al progetto stia collaborando attivamente anche Steve Jobs, molto interessato alla possibilità di avere un prodotto editoriale esclusivo per iPad. Apple starebbe fornendo il supporto tecnico necessario e non è escluso possa promuovere attivamente il Daily nell’App Store al momento del lancio. Questa collaborazione potrebbe consentire ad Apple di sperimentare anche nuovi sistemi di abbonamento ai contenuti dell’App Store e potrebbe fare parte di un piano più ampio di scambio di risorse (supporto tecnico – contenuti) tra la società di Jobs e News Corp.

E quanto costa?
Murdoch vuole distribuire il nuovo giornale sul maggior numero di iPad possibile e in futuro sugli altri tablet. Per questo motivo, oltre a essere esclusivamente per questo genere di dispositivi, il Daily sarà particolarmente economico. Si parla di meno di un dollaro a settimana per leggere il quotidiano, una cifra molto economica se confrontata con i quattro dollari a settimana richiesti per l’abbonamento su iPad del Wall Street Journal. L’obiettivo è raggiungere il mezzo milione di lettori entro cinque anni.

Contenuti
Il Daily offrirà articoli originali scritti appositamente per il giornale. A questi si aggiungeranno contenuti multimediali come immagini e foto, probabilmente con alcuni rapporti di collaborazione con le altre testate che appartengono a News Corp. Il canale sportivo della Fox potrà, per esempio, fornire gli highlights delle partite. Ci saranno anche editoriali e testi di opinione, ma saranno nettamente distinti dagli articoli.

Niente link
L’obiettivo del Daily sarà anche quello di mantenere il più possibile i lettori all’interno delle proprie pagine. Sembra dunque non ci saranno link esterni, mentre non è ancora chiaro quali potranno essere le soluzioni per condividere gli articoli o segnalarli ai propri contatti.

Quando
Una prima versione di prova potrebbe arrivare già entro la fine dell’anno, mentre il debutto ufficiale è previsto per i primi mesi del 2011. Il giornale seguirà i ritmi dei quotidiani cartacei: sarà scritto la sera per essere disponibile per il download al mattino. Gli articoli saranno poi aggiornati nel corso della giornata, ma con ritmi meno frenetici rispetto a quelli del Web.