• Mondo
  • martedì 19 Ottobre 2010

Attacco al parlamento ceceno

Gli attentatori sono stati uccisi dopo aver fatto irruzione, le vittime sarebbero almeno tre

9.34. Secondo una fonte di Associated Press, i morti totali tra ribelli e vittime sarebbero sei.

9.28. Le autorità temono che gli uomini possano aver nascosto delle bombe nell’edificio.

9.24. Interfax riporta la morte di due poliziotti e un impiegato. Il presidente Kadyrov avrebbe dichiarato che nessun parlamentare è rimasto ferito.

9.15. Nello scontro a fuoco sarebbero morti altri due membri delle forze dell’ordine.

9.08. Interfax riporta che gli uomini che hanno attaccato il parlamento sarebbero stati uccisi.

9.01. Riunione d’emergenza tra il ministro dell’interno russo Rashid Nurgaliyev e il presidente ceceno Ramzan Kadyrov, scrive Interfax.

9.00. «Al momento l’attacco è ancora in corso, e le truppe speciali del ministero dell’interno, la polizia antisommossa e il servizio di sicurezza presidenziale stanno arrivando», ha detto ad Interfax una fonte della sicurezza.

8.52. Un funzionario del ministero dell’interno rimasto anonimo ha confermato ad AFP che gli uomini hanno preso diverse persone in ostaggio. Il funzionario ha aggiunto che diverse guardie sarebbero morte e che l’assistente dello speaker sarebbe rimasto ferito.

8.46. Secondo l’agenzia Itar-Tass sarebbe in corso un altro attacco alla sede del ministero dell’agricoltura.

8.40. L’agenzia di stampa Interfax scrive che gli uomini entrati in parlamento sarebbero tre o quattro, e che avrebbero preso diverse persone in ostaggio.

– — –

Almeno due persone sono morte questa mattina nel corso di un attacco terroristico al parlamento della repubblica russa della Cecenia, a Grozny.

Le notizie, alle otto del mattino ora italiana, sono molto poche. Fonti della polizia hanno riferito all’agenzia RIA Novosti che “un veicolo con a bordo dei terroristi si è scontrato con alcune auto che portavano membri del parlamento. Un uomo si è fatto saltare e altri due sono entrati nel parlamento”.

Il parlamento è stato evacuato e la polizia ha circondato la zona. La sparatoria, scrive l’agenzia Inerfax, sarebbe iniziata vicino all’ufficio dello speaker del parlamento, Dukvakha Adburakhmanov, che sarebbe rimasto illeso.

Questo, scrive RIA, è il secondo attacco terroristico grave degli ultimi mesi. Ad agosto un gruppo di kamikaze si è fatto esplodere nel villaggio Tsentroi di Kadyrov.