• Italia
  • domenica 3 Ottobre 2010

Nessuno ha detto niente

L'Unione delle Comunità ebraiche contro il silenzio che ha circondato la battuta di Ciarrapico su Fini e la kippah

Mentre il paese pare preoccupatissimo della bestemmia pronunciata nel raccontare una barzelletta da parte del PresdelCons, l’Unione delle Comunità Ebraiche nota che non c’è stata altrettanta intensità nello stigmatizzare le ben più offensive parole pronunciate nell’aula del Senato dal senatore Ciarrapico, che ha accostato un’accusa di tradimento alla storia del popolo ebraico.

«Gli ebrei italiani nel vedere e ascoltare l’esternazione del senatore Ciarrapico hanno provato rabbia e sconforto». Lo afferma in una nota il presidente dell’Unione delle comunità ebraiche italiane, Renzo Gattegna, riferendosi all’intervento al Senato dell’esponente del Pdl. «Ciarrapico non ha sorpreso perché tutti sanno che egli si è limitato, in un momento di sincerità, a dire ciò che ha sempre pensato degli ebrei, coerentemente con la sua formazione e la sua mentalità. Lo sconforto è nato da ciò che si è potuto cogliere intorno a lui: sorrisi, consenso, evidente soddisfazione di altri senatori che si compiacevano del fatto che qualcuno trovasse il coraggio di sfidare la correttezza politica e di ingiuriare nuovamente gli ebrei». Un attacco che sembra diretto al presidente del Senato, Schifani. In realtà in quel momento era Nania a presidere l’aula di Palazzo Madama. Ma il riferimento è soprattutto alla mancanza di indignazione di tutta l’aula nel momento delle parole offensive nei confronti degli ebrei. E aall’assenza, finora, di provvedimenti contro Ciarrapico. Sia da parte del presidente del Senato, Schifani. Sia da parte del premier.

(continua a leggere sul sito del Corriere della Sera)

Aggiornamento: la risposta del Presidente del Senato.

(ANSA) – ROMA, 3 OTT – Il Portavoce del Presidente del Senato, Eli Benedetti, precisa che «al momento dell’intervento del Senatore Giuseppe Ciarrapico il Presidente Schifani non presiedeva i lavori dell’Aula che erano, invece, coordinati dal Vice Presidente di turno. »In ogni caso – prosegue il portavoce – il Presidente Schifani stigmatizza le parole del Senatore Ciarrapico indirizzate alle persone di religione ebraica, che hanno giustamente sollevato polemiche, rinnovando e confermando la più profonda stima, vicinanza e rispetto per tutta la Comunità Ebraica«.