• Scienza
  • mercoledì 22 settembre 2010

Scoperto un nuovo toporagno elefante

La presunta nuova specie potrebbe aiutare i ricercatori a capire meglio l'evoluzione e le abitudini di questi animali

I toporagni elefante si concentrano nell'area del deserto del Namib

I ricercatori della Zoological Society di Londra e del Kenya Wildlife Service potrebbero aver scoperto in Kenya una nuova specie di mammifero. Gli esperti stavano utilizzando alcune telecamere per riprendere di nascosto i toporagni elefante (Macroscelididi), quando hanno notato la presenza di un esemplare diverso dalle specie già conosciute di questo particolare tipo di animali. Si potrebbe trattare di una nuova specie non ancora registrata e catalogata che potrebbe aiutare i ricercatori a scoprire nuovi particolari sui Macroscelididi.

Fino a ora le specie conosciute di toporagno elefante sono 17, tutte originarie dell’Africa, racconta il sito web di CNN. Il loro nome deriva dalla somiglianza degli esemplari con i ratti e dalla particolare forma del muso, che termina con una appendice mobile che ricorda la proboscide degli elefanti. I toporagni elefante raggiungono in genere una lunghezza massima pari a 30 centimetri e difficilmente superano il mezzo chilo di peso. Si nutrono principalmente di insetti e sono molto rapidi nei movimenti, tanto da renderne complessa l’osservazione. I toporagni elefante si concentrano nell’area del deserto del Namib, ma possono essere ritrovati anche in altre aree desertiche e nelle foreste dell’Africa.

Le informazioni su questi animali sono ancora carenti, ma i ricercatori confidano di approfondire le loro conoscenze grazie alle ulteriori osservazioni della nuova presunta specie da poco scoperta. Utilizzando alcuni campioni di DNA, gli scienziati cercheranno di capire se l’esemplare da poco osservato appartenga effettivamente a una nuova specie.

Gli esperti del Kenya Wildlife Service spiegano che i toporagni elefante sono uno dei gruppi di mammiferi più antichi dell’Africa. Si sarebbero evoluti a partire da 100 milioni di anni fa e avrebbero un antenato in comune con gli elefanti, i lamantini, gli iraci, gli oritteropi, i tenrecidi e le talpe dorate.