• blog
  • giovedì 2 Settembre 2010

Politici scrittori

Abbiamo parlato oggi del libro di memorie di Tony Blair, uscito ieri in Gran Bretagna. Per un politico a fine carriera scrivere un’autobiografia è ormai una prassi, oltre che un’azzeccata operazione commerciale: nonostante molti di questi testi siano noiosi e vivano praticamente degli aneddoti curiosi anticipati per tempo alla stampa, altri hanno avuto maggiore rilevanza ed efficacia, sia dal punto di vista commerciale che da quello politico.

L’Economist approfitta dell’uscita del libro di Blair per proporre la classifica delle memorie più vendute in Gran Bretagna. La guida con un distacco abissale Barack Obama, il cui libro ha avuto una cruciale importanza nelle prime fasi della sua campagna elettorale. Obama è peraltro uno dei pochi autori di memorie a essere ancora attivamente in politica. In Italia la tendenza non ha preso piede in modo così massiccio, forse perché le carriere dei politici hanno una minore tendenza a finire.