• Mondo
  • mercoledì 18 Agosto 2010

Blagojevich colpevole di un solo reato su 24

I giurati popolari hanno raggiunto l'unanimità solo sulla falsa testimonianza all'FBI, uno dei reati minori

Per l'ex governatore dell'Illinois, accusato di aver tentato di vendere il seggio di Obama, è una vittoria

Dopo quattordici giorni in camera di consiglio, i dodici giurati popolari hanno dichiarato colpevole l’ex governatore democratico dell’Illinois Rod Blagojevich per uno solo dei ventiquattro capi d’accusa per cui era imputato, non riuscendo ad arrivare all’unanimità di giudizio sugli altri ventitrè. Il procuratore repubblicano che ha portato avanti l’inchiesta, Pat Fitzgerald, ha già chiesto un nuovo processo, ma per Blagojevich — che si è sempre dichiarato innocente — al momento questa è una vittoria: l’unico reato per cui è stato dichiarato colpevole è aver mentito all’FBI, uno dei minori tra i ventiquattro.

Blagojevich fu arrestato il 9 dicembre 2008 dopo un’inchiesta di tre anni e fu costretto a dare le dimissioni a gennaio dopo che il senato dell’Illinois aveva approvato all’unanimità la sua rimozione dall’incarico. È stato accusato di avere condotto affari immobiliari illeciti, di avere minacciato di danneggiare il Chicago Tribune – quotidiano di orientamento repubblicano che da tempo lo attaccava – facendo saltare alcuni finanziamenti statali se non fossero stati licenziati i commentatori scomodi. Ma l’accusa più nota è quella di aver cercato di vendere al miglior offerente il seggio al senato di Obama. In una delle intercettazioni che furono rese note subito dopo il suo arresto, si legge: «Voglio farci soldi, il seggio è una cosa di valore, non si dà via per niente».

Proprio riguardo al verdetto sulla vendita del seggio, il New York Times scrive che in camera di consiglio i giurati erano divisi undici a uno in favore della colpevolezza. L’unanimità necessaria non è però stata raggiunta, così come nei giudizi di quasi tutte le altre accuse.

Secondo alcuni giurati Blagojevich e i suoi assistenti avrebbero «solo parlato troppo» ma non commesso crimini reali, mentre secondo altri il governo avrebbe tentato con forza di accusarlo, nonostante non abbia fatto nulla di troppo diverso da quello che fa la maggior parte dei politici. Altri hanno espresso preoccupazione che qualcuna delle persone che hanno testimoniato contro di lui avrebbero stretto accordi con il governo. I giurati non si sarebbero quindi fidati di queste testimonianze.

Il procuratore Fitzgerald non ha voluto commentare, limitandosi a far sapere che proverà ad aprire un altro processo.

«Abbiamo un procuratore che ha sprecato milioni di dollari e vuole continuare a spendere soldi per accusami», ha detto Balgojevich a un gruppo di giornalisti fuori dall’aula, dopo che il giudice ha dichiarato un mistrial [processo errato] sulle accuse contro di lui, che includono traffici illeciti, frode, corruzione ed estorsione.

Blagojevich ha voluto sottolineare di essere innocente anche dell’unico capo per cui è stato incriminato, l’aver mentito all’FBI. Secondo l’accusa, durante un colloquio con degli agenti l’ex governatore disse di non aver tenuto traccia dei finanziamenti alla sua campagna, affermazione che si è poi rivelata falsa.