• blog
  • lunedì 14 Giugno 2010

L’Ulisse di Joyce, con nudi

Il progetto di boxino morboso per intellettuali si arricchisce: dopo il vibratore di Mark Twain della settimana scorsa, ecco la notizia che Apple ha contestato un’applicazione per iPad dedicata a una versione a fumetti dell’Ulisse di Joyce, per le scene di nudo esplicito (espressione che usiamo solo perché ci piace che implichi la possibilità di “nudo implicito”).

Aggiornamento: a quanto scrive il blog Media Decoder del New York Times, Apple sarebbe tornata sui suoi passi e avrebbe accettato l’applicazione.