Nintendo rallenta, colpa della Wii

Profitti in calo del 36% e vendite della console in affanno

Nintendo cercherà di rilanciare con il 3D, mentre i concorrenti fanno grandi progetti

Dopo un lungo periodo in positivo, i conti per Nintendo rallentano. La società giapponese accusa il colpo con il primo dato annuale in negativo a causa di una parziale flessione nelle vendite della propria console per videogiochi Wii. I profitti sono diminuiti del 36% su base annua attestandosi intorno ai 3,8 miliardi di dollari.

Stando alle stime di Nintendo, entro la fine del nuovo anno di riferimento (marzo 2011) saranno vendute 18 milioni di console, un numero inferiore rispetto ai 20,53 milioni di Wii vendute durante l’ultimo anno. La scelta di ridurre sensibilmente il prezzo della console, passata da 250 a 200 dollari, ha consentito alla società di mantenere alto il volume delle vendite nel corso del periodo natalizio evitando una maggiore flessione dei risultati. Le minori vendite, dicono gli analisti, saranno probabilmente compensate dalle prestazioni sul mercato della console portatile DS.

La concorrenza di Sony e Microsoft inizia a farsi sentire. Le due società hanno rilasciato alcuni titoli di successo, che hanno contribuito alla diffusione delle loro rispettive console, e progettano il lancio di alcuni nuovi dispositivi per imitare il funzionamento della Wii. I nuovi sistemi di gioco, come Project Natal per Xbox, consentiranno di rilevare posizione e movimenti dei giocatori rendendo l’interazione con i videogame più naturale.

Nel corso dei prossimi mesi Nintendo cercherà di correre ai ripari rinnovando la propria offerta. Le voci più accreditate parlano del prossimo lancio di una console portatile con schermo predisposto per la visione in 3D. La nuova versione della DS dovrebbe essere commercializzata entro la fine di questo anno, forse in tempo per la stagione dello shopping natalizio.

Anche Sony è molto interessata alle possibilità offerte dal 3D. Oltre ai televisori predisposti per la visione in tre dimensioni, pronti in tempo per i mondiali di calcio, la società giapponese sembra essere intenzionata a produrre alcuni videogame per la Playstation compatibili con i display 3D.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.