Amazon va forte nel primo trimestre: ma adesso c’è iPad

I profitti aumentano del 68% rispetto all'anno scorso, ma le previsioni per il prossimo trimestre sono più contenute

Da questo mese Kindle si vende anche nei negozi Target

Nell’attesa che si capisca l’impatto dell’arrivo di iPad e le successive evoluzioni di Kindle, Amazon ha annunciato un’impressionante crescita dei profitti del 68% nel primo trimestre 2010. 299 milioni di dollari in guadagni, un azione a 66 centesimi. L’aumento ha superato del 5% quello previsto dagli analisti di Thomnson Reuters, spiega l’Associated Press: i ricavi sono cresciuti del 46%, superando i 7 miliardi di dollari (di 130 milioni). Rispetto alla crescita dei prodotti editoriali (+27%), il settore elettronica è aumentato di quasi il triplo (72%). Amazon non fornisce dati sul numero di Kindle venduti: da questo mese non si acquisteranno più soltanto online ma anche nei negozi della catena Target.

Per il prossimo trimestre Amazon prevede dei ricavi più bassi (tra i 6,1  e i 6,7 miliardi), con una crescita rispetto all’anno passato tra il 31 e il 44%, ma più contenuta rispetto alle previsioni degli analisti. Ieri le borse hanno reagito con una perdita del 6% per il titolo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.