• Mondo
  • mercoledì 21 Aprile 2010

Migliaia in piazza a Delhi contro il costo dei prodotti alimentari

Secondo il Partito del Popolo Indiano i manifestanti saranno in tutto oltre 300mila

L'inflazione in India è passata in pochi mesi dallo 0,5% al 9,9%

Migliaia di persone si sono riunite a Delhi per manifestare contro l’alto costo del cibo. La manifestazione è stata organizzata dal partito di opposizione Bharatiya Janata Party (BJP), il conservatore Partito del Popolo Indiano.

I prezzi degli alimenti sono aumentati del 20% nel corso dell’ultimo anno. Secondo l’opposizione, la colpa sarebbe del governo che non avrebbe adottato politiche economiche efficaci per contenere il costo della vita ed evitare una crescita dell’inflazione. Tra settembre 2009 e lo scorso marzo, l’inflazione è passata dallo 0,5% al 9,9%.

Come se non bastasse, inondazioni e siccità hanno causato una riduzione della produzione delle materie prime alimentari, cosa che ha portato all’aumento dei prezzi. Il problema del costo del cibo è stato riconosciuto dal governo indiano, ma al momento il primo responsabile dell’economia non ha esposto un progetto chiaro per riportare i prezzi entro valori accettabili.

Secondo i leader della del BJP alla manifestazione avrebbero partecipato circa 300mila persone, che hanno marciato fino al palazzo del parlamento. Le stime del BJP sul numero dei manifestanti non sono state però confermate dalle autorità.