Tutti gli incantesimi di Harry Potter in un’infografica

Tutti gli incantesimi di Harry Potter in un'infografica

Skyler Johnson, appassionato dei libri di J.K. Rowling, ha realizzato un grafico interattivo con il programma Tableau che elenca tutti gli incantesimi pronunciati dai personaggi nei sette romanzi della serie di Harry Potter. Quello che compare più di frequente è “Accio”, che serve ad attrarre un qualsiasi oggetto da una certa distanza e che Rowling non ha mai usato prima di Harry Potter e il calice di fuoco, il quarto libro della serie. Anche “Avada Kedavra”, il più potente e malvagio degli incantesimi, compare per la prima volta nel quarto libro ed è il sesto incantesimo più citato della serie. Alcuni incantesimi compaiono una sola volta: tra questi “Waddiwasi”, che serve per scollare delle cose attaccate, “Serpensortia”, che evoca dei serpenti, e “Rictusempra”, che invece fa il solletico al proprio rivale.

Nel grafico, che si può ordinare in base all’ordine di apparizione degli incantesimi nei libri oppure secondo il numero di volte in cui vengono citati, i titoli dei singoli libri sono indicati con delle sigle legate al nome in inglese: Harry Potter e la pietra filosofale ad esempio è indicato come “SS”, da Harry Potter and the Sorcerer’s Stone, mentre Harry Potter e i doni della morte, il settimo libro, è indicato con “DH”, da Harry Potter and the Deathly Hallows. È interessante osservare come il numero di incantesimi citati cresce da un libro all’altro: solo quattro nel primo libro (“Petrificus Totatlus”, “Alohomora”, “Wingardium Leviosa” e “Locomotor Mortis” ), 46 nel settimo.

harry_potter_incantesimi

(Il grafico interattivo si può consultare su Tableau)

LEGO ha fatto un set ispirato a “Yellow Submarine” (con gli omini dei Beatles)

LEGO ha fatto un set ispirato a "Yellow Submarine" (con gli omini dei Beatles)

LEGO, uno dei più grandi produttori di giocattoli al mondo, ha lanciato un nuovo set di costruzioni: si chiama “Yellow Submarine” (il titolo di un disco e di una canzone dei Beatles) e contiene 550 mattoncini con cui costruire un sottomarino giallo, appunto. Ci sono anche gli omini che rappresentano John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr, cioè i Beatles.

LEGO ha una sezione “Idee”, uno spazio dove chiunque può fare una proposta di nuovi set, che poi verrà votata da altri utenti e che se ottiene almeno 10 mila consensi viene presa in considerazione dell’azienda, che ne studia la fattibilità a livello tecnico e di copyright. Una volta superato questo passaggio, il progetto viene prodotto e venduto. Il set “Yellow Submarine” è stato proposto da un musicista e fan dei Beatles.

Lego

Il sottomarino LEGO si ispira a quello di “Yellow Submarine”, film di animazione del 1968 diretto da George Dunning con protagonisti i Beatles. Oltre agli omini che rappresentano John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr c’è un quinto personaggio: Jeremy Hillary Boob, che non è il quinto Beatle ma uno dei protagonisti immaginari del film. Il set sarà disponibile dal 1 novembre e costerà 59,99 euro.

1920_yello-sub

Il messaggio di Linus per spiegare la chiusura del suo blog

Il messaggio di Linus per spiegare la chiusura del suo blog

Linus, il direttore artistico di Radio Deejay, ha annunciato con un video la chiusura del suo seguito blog sul sito della radio. Ha spiegato che «le cose vanno finite quando si fa fatica a continuarle», dicendo anche di non avere più voglia di scrivere di attualità, di sentirsi troppo vecchio per continuare a confessarsi nel blog, di non voler più raccontare storie sui suoi figli perché ormai sono cresciuti e di aver paura di essere ormai diventato ripetitivo. Linus ha detto ai suoi lettori che gli dispiace chiudere il blog e che non è del tutto escluso che in futuro lo usi ancora.

Nuovo Flash