Il trailer di “Toy Story 4”

Il trailer di “Toy Story 4”

È uscito il trailer di Toy Story 4, l’ultimo capitolo della celebre saga di animazione con protagonisti i giocattoli, tra le più apprezzate e fortunate di sempre. La trama di Toy Story 4 è simile a quella dei film precedenti: nella casa dove è ambientata la saga arriva un nuovo giocattolo – che non è davvero un giocattolo – che porta con sé qualche problema e costringe i protagonisti a viaggi avventurosi e varie peripezie. Il produttore del film è Jonas Rivera, lo stesso di Up e Inside Out. Il film uscirà negli Stati Uniti il 21 giugno 2019.

A voi piace il poster del nuovo film di Tarantino?

A voi piace il poster del nuovo film di Tarantino?

Leonardo DiCaprio ha pubblicato su Twitter un’immagine del poster di C’era una volta a Hollywood, il nuovo atteso film di Quentin Tarantino, in cui reciterà insieme a Brad Pitt, Margot Robbie e Al Pacino. In molti sui social network hanno notato che non è un gran bel poster, dal punto di vista grafico: il modo in cui le sagome di Pitt e DiCaprio sono state sovrapposte allo sfondo è un po’ goffo, e la luce e i colori ricordano quelli di un manifesto di un film per la televisione un po’ dozzinale. Le stesse posizioni di Pitt e DiCaprio ricordano quelle dei protagonisti della locandina di una commedia romantica: il film invece parlerà di un attore e di uno stuntman nella Hollywood della fine degli anni Sessanta, con i delitti della “Famiglia” di Charles Manson sullo sfondo. Il film uscirà a luglio.

(si può vedere il poster completo cliccando sull’immagine)

Toninelli è riuscito a fare un guaio anche parlando a Tg2 Motori

Toninelli è riuscito a fare un guaio anche parlando a Tg2 Motori

Si sta parlando molto di un un’intervista fatta al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli al TG2 Motori, rubrica del telegiornale di Rai2 dedicata alle auto e che, ovviamente, di norma non mette in difficoltà i suoi ospiti con domande particolarmente dure o questioni politicamente delicate. Nell’intervista, andata in onda domenica 17 marzo, Toninelli ha parlato a lungo delle politiche che il suo ministero vuole adottare per incentivare l’utilizzo delle auto elettriche in Italia per diminuire le emissioni inquinanti. «Una cosa che io voglio fare prima di andar via dal mio ministero è girare l’Italia e vederla piena di colonnine di autoricarica», ha detto Toninelli all’intervistatrice, Maria Leitner. Quando però gli è stato chiesto che macchina avesse, Toninelli ha risposto di avere una Golf GPL del 2007 e soprattutto di aver appena acquistato una Jeep Compass, un SUV diesel (nell’imbarazzo evidente di entrambi).

Il ministro ha risposto su Facebook per spiegare la sua scelta dicendo: «Siamo oltre la follia. Stanno discutendo perfino sul fatto che io abbia comprato una macchina. Ebbene sì, a ottobre dell’anno scorso ho commesso il “crimine” di acquistare un’auto usata. Alcuni mi chiedono perché abbia preso una auto diesel, mentre come Ministero e come Governo spingiamo sull’elettrico. La risposta è molto semplice: per ragioni di natura economica. Un’auto usata costava molto di meno di una nuova. Ancora oggi, infatti, continuo a tagliarmi lo stipendio e a condurre la stessa vita che facevo prima di diventare portavoce in Parlamento». In realtà durante l’intervista Toninelli dice che l’auto è «nuova, appena immatricolata».

Nuovo Flash