Microsoft ha fatto un termostato

Microsoft ha fatto un termostato

Microsoft ha avviato una collaborazione con Johnson Control per produrre un termostato “intelligente”, che si collega a Internet e che può essere controllato a distanza tramite Cortana, l’assistente personale di Windows. Il nuovo dispositivo si chiama GLAS e ha uno schermo per vedere la temperatura nella stanza, quella impostata dall’utente e altre opzioni che possono essere controllate a voce o tramite touchscreen.

GLAS è uno dei primi dispositivi a funzionare con Cortana, che finora era rimasta quasi esclusivamente limitata ai computer e agli smartphone. Non è ancora chiaro quando sarà messo in vendita né se potrà essere acquistato per la casa, oltre che per gli ambienti aziendali e gli esercizi commerciali. Microsoft negli ultimi anni sta differenziando sensibilmente la propria offerta di dispositivi, con maggiori attenzioni verso il design e la qualità dei materiali che utilizza. GLAS ricorda come concetto Nest, il primo termostato “intelligente” già in vendita da qualche anno.

Il nuovo film di Guillermo del Toro sembra parecchio bizzarro

Il nuovo film di Guillermo del Toro sembra parecchio bizzarro

E stato diffuso il trailer di The Shape of Water, il nuovo film del regista Guillermo del Toro, noto soprattutto per film come Pacific Rim e Hellboy. A giudicare dalle poche scene mostrate, The Shape of Water sembra un film piuttosto bizzarro: è ambientato durante la Guerra fredda e racconta la storia d’amore fra un’inserviente di un laboratorio muta e una creatura metà uomo metà anfibio. Nel cast ci sono fra gli altri Doug Jones – che recita la parte della creatura – Sally Hawkins e Octavia Spencer. Il film uscirà nei cinema americani l’8 dicembre, mentre non ha ancora una data di uscita italiana.

Un bambino di 10 anni con due mani trapiantate

Un bambino di 10 anni con due mani trapiantate

Zion Harvey è un bambino statunitense di dieci anni al quale due anni fa sono state trapiantate entrambe le mani. Era la prima volta che un’operazione del genere veniva fatta su un bambino: l’intervento era andato bene ma nei giorni successivi il corpo di Zion aveva più volte rigettato gli arti trapiantati ed erano state necessarie prolungate terapie per sistemare la cosa. Ora Zion riesce a fare tante cose con le sue mani, come impugnare una mazza da baseball o lanciare una palla da basket; gli stessi dottori che lo hanno seguito sono sorpresi dai progressi cha ha fatto in questi anni.

Nuovo Flash