L’uomo che ha aggredito Gigi Hadid l’ha rifatto con Kim Kardashian

L'uomo che ha aggredito Gigi Hadid l'ha rifatto con Kim Kardashian

Lo stesso uomo che la settimana scorsa aveva cercato di prendere in braccio la modella Gigi Hadid alla Settimana della Moda di Milano – ricevendo una gomitata in faccia – ha aggredito la modella Kim Kardashian alla Settimana della Moda di Parigi, provando a baciarle il sedere. L’uomo si chiama Vitalii Seduik, è ucraino ed è famoso per aver importunato o aggredito diverse persone famose in passato. Subito dopo che Seduik si è avvicinato a Kardashian, le guardie del corpo della modella lo hanno atterrato: non è chiaro se sia stato arrestato.

Seduik aveva già aggredito molto violentemente Kardashian nel 2014, sempre durante la Settimana della Moda.

 

La prima musica mai suonata con un computer (nel 1951, da Alan Turing)

La prima musica mai suonata con un computer (nel 1951, da Alan Turing)

Due ricercatori neozelandesi, Jack Copeland e Jason Long, hanno restaurato i primi brani musicali mai realizzati usando un computer: a registrarli fu il grande matematico britannico Alan Turing, uno dei fondatori dell’informatica, nel 1951. Turing registrò i brani diversi anni prima che comparissero i primi sintetizzatori, usando una macchina di proprietà della BBC nel Computing Machine Laboratory di Manchester, nel Regno Unito. Finora la musica – l’inno nazionale britannico “God Save The Queen”, una filastrocca e “In the Mood” del jazzista Glenn Miller – si è conservata su un disco di acetato con un diametro di 30,5 centimetri. Copeland e Long hanno filtrato il rumore che si sentiva nella registrazione e hanno cambiato la velocità del disco, perché quella originale distorceva il suono. La registrazione è stata pubblicata nella versione restaurata il 13 settembre sul sito della British Library.

 

C’è una scritta a favore dei piloti di Air France in una città che era controllata dall’ISIS

C'è una scritta a favore dei piloti di Air France in una città che era controllata dall'ISIS

Martedì sulla pagina Facebook della sezione di Versailles del sindacato francese CGT Cheminots è stata pubblicata una fotografia che ritrae un gruppo di persone armate, con il volto coperto. Alle loro spalle, sul muro di un edificio, c’è una scritta di solidarietà nei confronti di 15 dipendenti della compagnia aerea francese Air France, sotto processo per aver aggredito alcuni dirigenti nell’ottobre del 2015. Secondo la didascalia, la fotografia è stata scattata in Siria a Manbij, una città occupata dall’ISIS e riconquistata dai curdi lo scorso agosto. da un gruppo di francesi che combattono l’ISIS accanto ai miliziani curdi dell’YPG.

La televisione francese BFMTV e il quotidiano Libération hanno ottenuto conferma dell’autenticità della foto da alcuni esperti di cose siriane. Gli uomini ritratti nella fotografia fanno parte della brigata Henri Krasucki, una formazione che si trova in Siria da circa un anno. Libération cita anche un altro gruppo di sindacalisti che combatte in Siria, il battaglione Bob Crow, formato da sindacalisti della National Union of Rail, Maritime and Transport Workers del Regno Unito.

Nuovo Flash