Questo è un mini-autolavaggio per libri

Questo è un mini-autolavaggio per libri

Alla Boston Public Library di Boston, negli Stati Uniti, c’è una sorta di mini-autolavaggio per pulire i libri più sporchi e impolverati. Il macchinario si chiama Depulvera e usa più o meno lo stesso principio dell’autolavaggio, acqua a parte: i tomi si spostano su un nastro trasportatore, che li fa passare attraverso spazzole rotanti e un aspiratore che rimuovono buona parte della polvere. L’operazione è automatica, ma deve comunque esserci un operatore per inserire i libri e raccoglierli quando hanno terminato il loro percorso.

Il Depulvera esiste da tempo e viene impiegato in numerose biblioteche in giro per il mondo.

Un bel-momento-di-sport alla Maratona di Londra

Un bel-momento-di-sport alla Maratona di Londra

Durante la Maratona di Londra, che si è corsa ieri, il podista Matthew Rees si è fermato a poche decine di metri dall’arrivo per aiutare David Wyeth, un altro podista che si era bloccato per la troppa stanchezza. Rees, che fa parte della squadra Swansea Harrier, si è fatto aiutare da uno steward e ha sorretto Wyeth, accompagnandolo per circa 200 metri: hanno concluso la corsa con un tempo di 2 ore, 52 minuti e 26 secondi. Rees ha raccontato: «Ho svoltato l’ultimo angolo pensando “ok, è quasi fatta, è ora di fare l’ultimo sprint”, e ho visto questo ragazzo con le gambe che crollavano. L’ho visto rialzarsi e di nuovo cadere, e ho pensato: “questo è più importante, fargli attraversare il traguardo è più importante di guadagnare qualche secondo nel mio tempo. Sono andato a provare ad aiutarlo e ogni volta che provava a rialzarsi cadeva di nuovo, perciò ho provato a incitarlo, l’ho afferrato e gli ho detto: “Forza, possiamo farcela”».

 

Il pranzo dell’animale più grande del mondo

Il pranzo dell'animale più grande del mondo

La Oregon State University ha pubblicato un video, ripreso da un drone in Nuova Zelanda, che mostra una balenottera azzurra (il più grande animale al mondo) mentre mangia moltissimi krill, dei piccoli crostacei. Nel video si vede la balenottera azzurra – le più grandi sono lunghe più di 30 metri e pesano fino a 200 tonnellate – che si avvicina al branco di krill (lunghi giusto un paio di centimetri). Nell’avvicinarsi, la balenottera azzurra si gira sul fianco e poi cerca in un solo colpo di mangiarne il più possibile. Le balenottera azzurra scelgono con cura se e quando mettersi a mangiare, per evitare di sprecare troppa energia (ce ne vuole per spostare 200 tonnellate) per un pranzo che potrebbe essere troppo leggero.

Nuovo Flash