In Egitto un ladro ha trasmesso la sua faccia a milioni di persone dopo aver rubato il telefono a un giornalista che stava facendo una diretta

In Egitto un ladro ha trasmesso la sua faccia a milioni di persone dopo aver rubato il telefono a un giornalista che stava facendo una diretta

In Egitto un ladro che aveva appena rubato il telefono a un giornalista che stava facendo una diretta video ha trasmesso inconsapevolmente la sua faccia a oltre 20mila persone (diventate poi milioni), finendo per essere arrestato poco dopo. È successo martedì a Shubra Al-Khaimah, vicino al Cairo, dopo un terremoto di magnitudo 6.0 di cui stava rendendo conto in una diretta Facebook Mahmoud Ragheb, giornalista del sito di news Youm7 . Un uomo in moto gli si è avvicinato, gli ha preso il telefono ed è scappato. Non si è però reso conto che il telefono stava ancora filmando e che durante la fuga si era inquadrato il volto. Nelle successive 24 ore più di 6 milioni di persone hanno visto il video. Anche grazie al video e alle segnalazioni arrivate dagli spettatori, mercoledì il ladro è stato identificato e arrestato.

 

Il primo trailer di “Strappare lungo i bordi”, la serie animata di Zerocalcare

Il primo trailer di "Strappare lungo i bordi", la serie animata di Zerocalcare

È stato pubblicato il primo trailer di Strappare lungo i bordi, la prima serie animata realizzata dal disegnatore Zerocalcare. La serie uscirà su Netflix il prossimo 17 novembre e sarà composta da sei episodi da circa 15 minuti ciascuno. Il protagonista, come in tutte le opere dell’autore, sarà lo stesso Zerocalcare, e i due co-protagonisti saranno i suoi amici Sara e Secco. Zerocalcare doppierà anche tutti i personaggi, tranne l’Armadillo, l’animale che nei fumetti interpreta la sua coscienza, che avrà la voce dell’attore Valerio Mastandrea.

La concitata finale del campionato mondiale di palloncino

La concitata finale del campionato mondiale di palloncino

Pochi giorni fa in Spagna si sono tenute le finali della primissima Balloon World Cup, il campionato mondiale di “palloncino”, vinto dal giocatore del Perù Francesco De La Cruz. In queste ore i video della manifestazione stanno circolando moltissimo online: non soltanto per la peculiarità di questo sport, basato sulla traiettoria perlopiù imprevedibile di un palloncino e sui gesti acrobatici che servono per colpirlo, ma anche per i commenti particolarmente concitati dei telecronisti spagnoli, tra cui vari «No me lo creo!» (non ci credo) e «Qué locura es esta!» (che cosa incredibile).

Le regole dello sport sono piuttosto semplici. Bisogna colpire il palloncino mandandolo verso l’alto e sfruttare gli ostacoli disposti nel “campo” di gioco in modo che impediscano all’avversario di colpirlo a sua volta. Se non ci riesce e tocca terra, allora l’altro fa un punto. Secondo Ibai Llanos, organizzatore della manifestazione, l’evento è stato seguito online da alcuni milioni di persone, con picchi di 650mila utenti collegati in circa sei ore di streaming. Hanno partecipato giocatori di 32 paesi, tra cui anche l’Italia. De La Cruz ha battuto il tedesco Jan Spiess per 6 a 2.

Nuovo Flash