La foto di due adulti in overdose seduti in macchina con dietro un bambino

I due sono stati salvati dalla polizia: la foto è stata scattata in Ohio, dove negli ultimi anni la diffusione dell'eroina è cresciuta moltissimo

Giovedì 8 settembre l’amministrazione di East Liverpool, una cittadina dell’Ohio, ha diffuso una fotografia che mostra un uomo e una donna accasciati sui sedili anteriori di un veicolo durante un’overdose da oppiodi. I due sono stati fotografati dalla polizia locale dopo un normale controllo. La cosa particolare è che sul sedile posteriore si intravede un bambino piccolo che guarda verso l’obbiettivo.

(attenzione, le due foto qui sotto sono un po’ forti)

La fotografia è stata scattata mercoledì 7, quando la polizia di Liverpool ha fermato un’automobile che sembrava essere fuori controllo. Quando i poliziotti si sono avvicinati hanno trovato alla guida James Lee Acord, un uomo di 47 anni, in stato di semi-incoscienza. Accanto a lui, Rhonda L. Pasek, 50 anni, aveva già perso conoscenza. I due sono stati salvati grazie a un farmaco di emergenza e sono stati entrambi arrestati. Nel sedile posteriore c’era il figlio di Pasek, che ha 4 anni.

Nel messaggio che accompagna la fotografia, gli amministratori di Liverpool hanno scritto: «Ci rendiamo perfettamente conti che qualcuno potrebbe essere offeso da queste immagini e per questo chiediamo scusa, ma è arrivato il momento che anche chi non fa uso di droghe veda quale situazione si costretti ad affrontare su base quotidiana». Liverpool è solo una delle numerose piccole città che devono affrontare quella che le autorità sanitarie definiscono una’epidemia di eroina, ha raccontato il Washington Post.

Nel 2015 più di 3.000 persone sono morte in Ohio a causa di overdose da oppiodi. A essere più colpite sono le zone rurali lungo il corso del fiume Ohio, dove negli ultimi anni hanno chiuso numerose industrie e dove la disoccupazione è in crescita. Tra le sostanze più utilizzate nella nuova “epidemia” di oppioidi ci sono il fentanyl, il più potente oppiode in circolazione (che ha causato la morte del cantante Prince) e il carfentanil, un tranquillante per elefanti. Otto persone sono morte a Cincinnati a causa del carfentanil soltanto nell’ultimo mese.