La foto di due adulti in overdose seduti in macchina con dietro un bambino

La foto di due adulti in overdose seduti in macchina con dietro un bambino

Giovedì 8 settembre l’amministrazione di East Liverpool, una cittadina dell’Ohio, ha diffuso una fotografia che mostra un uomo e una donna accasciati sui sedili anteriori di un veicolo durante un’overdose da oppiodi. I due sono stati fotografati dalla polizia locale dopo un normale controllo. La cosa particolare è che sul sedile posteriore si intravede un bambino piccolo che guarda verso l’obbiettivo.

(attenzione, le due foto qui sotto sono un po’ forti)

La fotografia è stata scattata mercoledì 7, quando la polizia di Liverpool ha fermato un’automobile che sembrava essere fuori controllo. Quando i poliziotti si sono avvicinati hanno trovato alla guida James Lee Acord, un uomo di 47 anni, in stato di semi-incoscienza. Accanto a lui, Rhonda L. Pasek, 50 anni, aveva già perso conoscenza. I due sono stati salvati grazie a un farmaco di emergenza e sono stati entrambi arrestati. Nel sedile posteriore c’era il figlio di Pasek, che ha 4 anni.

Nel messaggio che accompagna la fotografia, gli amministratori di Liverpool hanno scritto: «Ci rendiamo perfettamente conti che qualcuno potrebbe essere offeso da queste immagini e per questo chiediamo scusa, ma è arrivato il momento che anche chi non fa uso di droghe veda quale situazione si costretti ad affrontare su base quotidiana». Liverpool è solo una delle numerose piccole città che devono affrontare quella che le autorità sanitarie definiscono una’epidemia di eroina, ha raccontato il Washington Post.

Nel 2015 più di 3.000 persone sono morte in Ohio a causa di overdose da oppiodi. A essere più colpite sono le zone rurali lungo il corso del fiume Ohio, dove negli ultimi anni hanno chiuso numerose industrie e dove la disoccupazione è in crescita. Tra le sostanze più utilizzate nella nuova “epidemia” di oppioidi ci sono il fentanyl, il più potente oppiode in circolazione (che ha causato la morte del cantante Prince) e il carfentanil, un tranquillante per elefanti. Otto persone sono morte a Cincinnati a causa del carfentanil soltanto nell’ultimo mese.

I dottori delle serie tv americane, tutti insieme

I dottori delle serie tv americane, tutti insieme

Per promuovere un’iniziativa di Cigna – un’associazione statunitense che vuole che le persone facciano controlli medici più frequenti – alcuni dei più importanti medici delle più famose serie tv statunitensi degli ultimi anni sono comparsi insieme nello stesso video. Sono Patrick Dempsey, Alan Alda, Noah Wyle, Lisa Edelstein e Donald Faison. Ma forse li conoscete di più come Derek Shepard di Grey’s Anatomy, il capitano Pierce di M*A*S*H , John Carter di E.R., Lisa Cuddy di Dr. House e Turk di Scrubs.

Come scegliere la coda più veloce alle casse del supermercato

Come scegliere la coda più veloce alle casse del supermercato

Il New York Times ha pubblicato un breve articolo intitolato “Come scegliere la coda più veloce alle casse del supermercato” nella sua sezione “vivere da furbi”. I consigli che dà sono sostanzialmente sei:

1. Mettersi dietro a una persona col carrello pieno: sembra contro-intuitivo, ma va tenuto conto che ogni cliente passa una quantità fissa di tempo per salutare la cassiera, pagare, tirare fuori il sacchetto dalla borsa, eccetera. «Mettetela così», scrive il New York Times: «una persona con 100 cose ci mette circa sei minuti per essere servito. Quattro persone con 20 cose a testa ce ne mettono 7».

 

2. Le casse più veloci sono quelle sulla sinistra: secondo un esperto contattato dal New York Times, dato che molte persone sono destrorse tenderanno a mettersi in fila nelle casse alla propria destra.

3. Evitare i cassieri chiacchieroni.

4. Osservare gli altri clienti, e cosa stanno comprando: comprensibilmente, gli anziani saranno più lenti nei movimenti, mentre le persone che comprano molti oggetti uguali faranno più in fretta.

5. Scegliere la fila che porta a più casse, anche se è più lunga delle altre: in media questo tipo di file è comunque più veloce delle file “normali”.

6. Evitare le casse in cui il cassiere non vede tutta la fila: secondo un recente studio, lavora più lentamente perché ha un feedback solo parziale del suo lavoro.

Nuovo Flash