Queste sono molestie sessuali

Queste sono molestie sessuali

L’attore statunitense David Schwimmer (Ross di Friends, per capirci) e la regista israelo-americana Sigal Avin hanno lanciato e stanno promuovendo una campagna di sensibilizzazione sulle molestie sessuali, sostenuta dalla rivista Cosmopolitan. Avin ha scritto e diretto alcuni brevi cortometraggi che mostrano sei diverse situazioni in cui il personaggio femminile subisce molestie da parte del personaggio maschile. I video sono sei: Il collega, L’attore, Il capo, Il medico, Il fotografo, Il politico, e sono tutti ispirati a episodi reali che sono stati raccontati alla regista.

Tra gli altri, c’è il politico che chiede alla giornalista di spegnere il registratore, poi le tocca le gambe e fa commenti sulla morbidezza della sua pelle e il suo aspetto fisico; il collega che con la scusa di descrivere alla nuova barista come gli altri uomini la tratterebbero, le tocca i genitali, e poi insiste che era per spiegarle come farebbero gli altri, non lui; il capo che cerca di baciare la giovane dipendente e poi le dice che era solo un modo per farla sentire apprezzata.

L’obiettivo del progetto è chiarire che alcuni comportamenti sono molestie sessuali, e far capire che cosa vuol dire subirle. Schwimmer recita in uno dei cortometraggi, Il capo; il medico invece è Michael Kelly (Doug Stamper di House of Cards). Tra le attrici, invece, ci sono Grace Gummer, Cynthia Nixon, Emmy Rossum, Cristela Alonzo.

Un ragazzo ha rifatto la prima scena di “La La Land” per invitare Emma Stone al ballo di fine anno

Un ragazzo ha rifatto la prima scena di “La La Land” per invitare Emma Stone al ballo di fine anno

Jacob Staudenmaier, uno studente di 17 anni dell’Arcadia High School di Phoenix, in Arizona, ha rifatto la prima, famosa scena del film La La Land per chiedere all’attrice Emma Stone di andare con lui al ballo di fine anno. Staudenmaier, insieme a molti altri ragazzi, ha ricreato nel parcheggio della scuola la scena in cui gli attori di La La Land ballano sulla canzone “Another Day of Sun”, bloccati nel traffico di Los Angeles. Staudenmaier però ha modificato il testo: dice che tutti gli dicono che assomiglia a Ryan Gosling («anche se è un po’ forzato»), e invita Emma Stone ad andare a cena con lui e al ballo, visto che anche lei è originaria di Phoenix.

Ci sono due nuove canzoni di Bello FiGo

Ci sono due nuove canzoni di Bello FiGo

Ci sono due nuove canzoni di Bello FiGo, un cantante di origini ghanesi che da un paio d’anni ha raggiunto una certa notorietà in Italia, quasi esclusivamente online, per le sue canzoni rap con testi bizzarri e surreali (la canzone con cui è diventato famoso si chiamava “Pasta con tonno”) o in cui irride i luoghi comuni sugli immigrati cantando «io non pago affitto» o «avremo 35 euro al giorno, in albergo a fare festa» (riprendendo una delle più diffuse bufale sui migranti in Italia).

Nuovo Flash