C’è una nuova canzone di Adele, e ci sarà un nuovo disco

C'è una nuova canzone di Adele, e ci sarà un nuovo disco

La cantante britannica Adele, tra le più famose e di successo degli ultimi dieci anni nel pop mondiale, ha annunciato un nuovo disco, che uscirà il 19 novembre a sei anni dall’ultimo: si chiamerà 30, continuando la tradizione che prevede che i titoli dei suoi album riprendano la sua età durante la loro produzione (è nata nel 1988). “Easy On Me”, pubblicato giovedì, è il primo singolo che anticipa l’album.

È un evento particolarmente importante per l’industria discografica, che peraltro arriva da un paio d’anni molto complicati per via della pandemia che ha interrotto il mercato dei tour. I dischi di Adele sono infatti tra i più venduti di tutti. 21, uscito nel 2011 e che includeva canzoni come “Someone Like You” e “Rolling in the Deep”, è tuttora il disco più venduto del Ventunesimo secolo con oltre 30 milioni di copie. 25, il suo ultimo disco, pubblicato nel 2015, vendette oltre 20 milioni di copie ed è a sua volta tra i primi cinque più venduti dal 2000 a oggi.

I dischi precedenti di Adele peraltro uscirono in un’epoca in cui gli streaming praticamente non esistevano ancora, oppure erano nella fase iniziale della loro espansione. I dati sugli ascolti sulle piattaforme come Spotify o Apple Music sono conteggiati nelle classifiche dei dischi venduti, con particolari sistemi di calcolo che spesso sono criticati e che comunque favoriscono il successo dei singoli rispetto agli album. Sarà perciò interessante, in particolare per l’industria discografica, osservare il risultato di vendite di 30 rispetto ai dischi precedenti.

Perché nella foto di Kim Jong-un coi militari della Corea del Nord c’è un soldato con una tuta aderente blu

Perché nella foto di Kim Jong-un coi militari della Corea del Nord c'è un soldato con una tuta aderente blu

In questi giorni sui social network è stata molto commentata una fotografia che ritrae il dittatore nordcoreano Kim Jong-un assieme a un gruppo di soldati e ufficiali durante un evento con esibizioni di armi e mezzi militari: tutti quelli che compaiono nella foto indossano un’uniforme militare ma c’è un soldato che indossa una tuta aderente blu e rossa, per la quale è stato definito scherzosamente «un supereroe», «l’uomo razzo» o «capitan DPRK», la sigla ufficiale che indica la Corea del Nord (Repubblica democratica popolare di Corea).

(Korean Central News Agency/ Korea News Service via AP)

I media nordcoreani non hanno identificato il soldato, ma secondo un esperto di studi internazionali citato da Associated Press l’uomo con la tuta blu sarebbe un paracadutista. Commentando uno spettacolo aereo tenutosi prima dell’inaugurazione dell’evento, infatti, la principale agenzia di stampa nazionale aveva parlato di un «eccellente paracadutista che aveva mostrato grande abilità nell’atterraggio, sventolando nel cielo la bandiera rossa del partito»; inoltre, i paracadutisti nordcoreani avevano indossato tute simili in altre occasioni.

Il trailer di “The Beatles: Get Back”, la miniserie di Peter Jackson sui Beatles nel 1969

Il trailer di “The Beatles: Get Back”, la miniserie di Peter Jackson sui Beatles nel 1969

Il servizio di streaming Disney+ ha diffuso il trailer di The Beatles: Get Back, una miniserie in tre parti realizzata a partire da materiale inedito e restaurato che racconta il lavoro della celebre band britannica nel gennaio del 1969, durante le registrazioni di 14 nuovi brani e in vista del suo primo concerto dopo circa tre anni.

Il documentario si basa su quasi 60 ore di filmati e più di 150 ore di audio, è stato realizzato dal regista Peter Jackson e sarà disponibile su Disney+ il prossimo 25 novembre: sarebbe dovuto uscire nei cinema nel 2020, ma la pandemia da coronavirus ne aveva causato una posticipazione. Al progetto hanno collaborato Paul McCartney, Ringo Starr, e le vedove di John Lennon e George Harrison, Yoko Ono e Olivia Harrison. 

Nuovo Flash