Gli ascolti pazzeschi di The Walking Dead

The Walking Dead, partenza della quinta stagione negli Stati Uniti, ha fatto il botto d’ascolti. Non è una novità. La serie è cresciuta sempre e la prima puntata di domenica scorsa ha portato a casa 17.3 milioni di telespettatori (16.1 già record, lo scorso anno). Di questi, 11 milioni erano di età compresa tra i 18 e i 49 anni, il solo gruppo demografico che interessa ai pubblicitari. Quelli di età superiore, come me, interessano solo a chi conta il numeretto complessivo, come accade tropo spesso in Italia. Roba da piccolo mondo antico.
Tra i “giovani” (18-49) The Walking Dead ha battuto anche la partita di football della domenica su NBC. E tutto questo è accaduto su AMC, l’ex piccola tv, parte del network di reti indipendenti, come IFC e Sundance.
Dal 2006 AMC si è buttata sulle serie originali e sono arrivate Mad Men e Breaking Bad. Ma sono i morti viventi ad avere seppellito, con i numeri, la concorrenza dei grandi networks.

Il trailer della quinta stagione

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.