• Mondo
  • giovedì 22 Settembre 2022

Nel sud-ovest della Cina un uomo che risultava disperso da 17 giorni a causa di un terremoto è stato trovato e soccorso

Nella provincia di Sichuan, nel sud-ovest della Cina, un uomo che risultava disperso da 17 giorni a causa di un terremoto è stato trovato e soccorso, e ora si trova in ospedale ma non in pericolo di vita. L’uomo, Gan Yu, è stato trovato da un agricoltore in un’area montuosa ad alcuni chilometri dalla centrale idroelettrica di Wandong, dove stava lavorando. Il terremoto – di magnitudo 6.6 – a causa del quale risultava disperso era avvenuto il 5 settembre e aveva provocato 93 morti e più di 400 feriti.

I media locali hanno detto che Gan era rimasto nella centrale per soccorrere alcuni colleghi e poi aveva cercato di andarsene, ma non era più riuscito a orientarsi perché aveva perso gli occhiali da vista. Inizialmente assieme a lui c’era anche un altro collega, Luo Yong, che dopo essere andato a cercare aiuto non era più tornato. Luo era stato trovato dai soccorritori l’8 settembre.

(EPA/ Stringer, ANSA)