• Mondo
  • domenica 2 Gennaio 2022

Israele ha bombardato la Striscia di Gaza in risposta a un lancio di razzi di Hamas indirizzato verso Tel Aviv

Nelle prime ore di domenica Israele ha bombardato la Striscia di Gaza in risposta a un lancio di razzi, partiti sabato da una base del gruppo politico-terrorista Hamas e atterrati poco lontano dalla città israeliana di Tel Aviv. Non accade spesso che i razzi lanciati da gruppi radicali palestinesi raggiungano il territorio di Tel Aviv, una zona densamente abitata e teoricamente protetta dal sistema difensivo Iron Dome.

Sabato un funzionario di Hamas aveva detto che i razzi erano partiti per errore a causa di un malfunzionamento legato al maltempo. Secondo l’esercito israeliano, che ha bombardato un edificio dove vengono prodotte armi e ha attaccato alcune basi militari dell’organizzazione, i razzi lanciati da Hamas erano caduti in mare, al largo delle coste di Tel Aviv e Rishon LeZion, pochi chilometri più a sud.

I media palestinesi hanno detto che durante l’attacco Hamas ha lanciato a sua volta due missili antiaereo verso il mezzo israeliano che stava bombardando la sua base nella città di Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza, e che l’organizzazione ha fatto evacuare diverse basi. Al momento non sono stati segnalati morti o feriti.

Un'esplosione causata dai bombardamenti di Israele a una base di Hamas nella città di Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza (AP Photo/ Yousef Masoud)