• Mondo
  • mercoledì 1 Dicembre 2021

Un giudice federale ha bloccato il provvedimento del presidente degli Stati Uniti Joe Biden sull’obbligo vaccinale per i lavoratori in ambito sanitario

Martedì un giudice federale della Louisiana ha emesso un’ingiunzione preliminare con cui ha temporaneamente bloccato il provvedimento dell’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden che a partire dalla prossima settimana avrebbe reso obbligatoria la vaccinazione contro il coronavirus per milioni di lavoratori in ambito sanitario.

L’obbligo era stato deciso dall’amministrazione Biden ed emesso a inizio novembre tramite i CMS (Centers for Medicare & Medicaid Services), un’agenzia governativa legata al dipartimento della Salute: secondo il giudice, che si chiama Terry A. Doughty e che fu nominato dall’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il fatto che a emettere l’obbligo sia un’agenzia governativa e non il Congresso è incostituzionale, e comunque anche in questo caso rimarrebbero dubbi sulla costituzionalità di rendere i vaccini obbligatori.

La decisione del giudice federale della Louisiana si aggiunge a un’altra ingiunzione preliminare, emessa lunedì da un giudice federale del Missouri e che riguardava 10 stati: Alaska, Arkansas, Iowa, Kansas, Missouri, Nebraska, New Hampshire, North Dakota, South Dakota e Wyoming. L’amministrazione Biden potrebbe fare ricorso contro il blocco della regola.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (AP Photo/Susan Walsh)