(Unsplash)
  • Articolo Sponsorizzato

Come scegliere la copertina giusta, e tutto il resto, per un libro

Un master online dal 7 marzo all'8 luglio 2022 per formare le figure professionali dell'editoria di oggi

(Unsplash)

Quello dell’editoria è un mercato che non va visto solo in termini di fatturato degli editori, ma anche in termini di possibilità di lavoro. Secondo una ricerca Istat del 2021, erano 1.706 le imprese e le istituzioni in Italia che nel 2019 svolgevano come principale occupazione la pubblicazione di libri. Nello stesso anno venivano inoltre pubblicati mediamente 237 libri al giorno.

C’è dunque qualcuno che scrive o commissiona questi libri, e li sceglie o li inventa. E poi vanno impaginati, tradotti, illustrati, corretti, distribuiti, venduti. Questi numeri suggeriscono quante persone lavorino nell’industria libraria, che comprende case editrici, librerie, agenzie letterarie e di comunicazione, service editoriali, tipografie. Inoltre l’arrivo di ebook e audiolibri, la crescita dei festival letterari, l’affermarsi dei social network – canale importante di comunicazione per gli editori – hanno trasformato molto il settore.

A questa necessità di figure professionali nuove e qualificate risponde la Scuola del libro. Da ormai trent’anni propone corsi di scrittura e di traduzione, e per chi vuole tentare un primo approccio con il mondo editoriale offre prospettive professionali grazie al master dal titolo “Il lavoro editoriale“. Un completo percorso di formazione per chi voglia lavorare nell’editoria, e anche uno dei più longevi: nel 2022 si svolgerà infatti la sua quattordicesima edizione.

Il corso si terrà dal 7 marzo all’8 luglio 2022 e sarà online, fruibile da tutta Italia e dall’estero, ma con tre fine settimana in presenza, per permettere agli allievi di conoscersi e condividere momenti di apprendimento. Inoltre la presenza fissa di due tutor garantirà a ogni partecipante un accompagnamento individuale non solo durante i mesi di aula, ma anche nella fase successiva per la ricerca di colloqui, tirocini, assunzioni. Per partecipare è necessario un colloquio conoscitivo, come spiegato qui. Inoltre è previsto uno sconto per i lettori del Post, maggiori informazioni per ottenerlo sono disponibili sempre sul sito della scuola.

Il programma del master è molto ricco perché cerca di raccontare il mestiere da ogni punto di vista. Gli allievi lavoreranno a un progetto di libro curandone ogni suo aspetto, dalla grafica all’editing, dall’impaginazione alla comunicazione. Non è solo un’esercitazione: il libro verrà pubblicato in ebook a fine corso, in modo da dare ai partecipanti un primo significativo approccio al lavoro editoriale.

Durante il corso si faranno esercitazioni su editing, correzione di bozze, impaginazione. Tra i temi trattati anche i contratti e il diritto d’autore, la distribuzione, la vendita e la comunicazione dei libri, attraverso l’esperienza di librai, buyer di catene, responsabili commerciali di piccole e grandi case editrici, responsabili ufficio stampa, social media manager, e con protagonisti di grandi eventi, fiere del libro e festival letterari. Gli stessi argomenti verranno talvolta analizzati offrendo punti di vista diversi, mettendo ad esempio un piccolo editore appena nato accanto a chi lavora per un grande gruppo editoriale.

Gli studenti incontreranno editor come Andrea Gentile del Saggiatore, Giulia Zavagna di SUR, Mattia Carratello di Sellerio, Marco Di Marco di Rai Libri, mentre tra gli editori presenti ci saranno Emons, Edizioni e/o, 66th&2nd, Voland. Tra i traduttori invece interverranno Martina Testa, Lorenzo Flabbi, Fabio Pedone.

Negli anni, “Il lavoro editoriale” ha registrato percentuali di successo professionale molto alte: su 224 studenti che lo hanno frequentato finora, ben il 72 per cento ha proseguito la formazione con un tirocinio e di questi il 55 per cento è attualmente impiegato in una realtà editoriale, come dimostra anche la pagina degli ex allievi del master con i suoi “casi di successo“. Chi ha seguito in passato corsi alla Scuola del libro ha anche fondato delle case editrici: 66th&2nd, Egg edizioni, Neo edizioni, Pièdimosca, Uovonero, solo per citarne alcune. La rivista letteraria online Altri Animali è stata fondata da un gruppo di partecipanti all’edizione 2017 del master.

Grazie alla sua credibilità, il master collabora con il più prestigioso riconoscimento letterario italiano, il Premio Strega. Non solo ogni anno allieve e allievi del “Lavoro editoriale” organizzano un evento pubblico per presentare la dozzina dei candidati al Premio, ma la classe del master è ormai stabilmente tra i giurati, ed esprime quindi un voto collettivo valido per l’elezione della cinquina finalista e poi del vincitore dello Strega. Inoltre tutti gli anni chi partecipa al master, nei giorni del Salone del Libro di Torino, è ospite delle principali case editrici: ha così l’opportunità di vedere da vicino come funziona la principale fiera del libro italiana.

Il blog della Scuola del libro (qui la brochure con tutti i suoi corsi) sarà a disposizione della classe per pubblicare recensioni, articoli, interviste ed entrare così direttamente da protagonisti nel mondo della comunicazione editoriale. A dicembre la scuola sarà a PLPL (stand P11, piano Forum), la fiera della piccola e media editoria di Roma: offrirà lezioni aperte al pubblico. Inoltre sarà possibile prenotare un colloquio conoscitivo.