Elon Musk ha venduto azioni di Tesla per circa 5 miliardi di dollari, in vendite già in parte programmate mesi fa

Mercoledì Elon Musk, l’imprenditore statunitense fondatore di Tesla che aveva chiesto con un sondaggio su Twitter ai suoi 63 milioni di follower se pensavano che dovesse vendere il 10 per cento delle sue azioni di Tesla, ha venduto azioni per circa 5 miliardi di dollari, pari al 2,6 per cento, in vendite che però erano già state previste nei mesi precedenti.

Musk, infatti, aveva circa 170 milioni di azioni (circa il 17 per cento delle azioni totali della società): ne ha vendute circa 3,6 milioni per 4 miliardi tra lunedì e martedì. Mercoledì ne ha vendute altre 930mila circa, per 1,1 miliardi di dollari. Ora possiede ancora 166 milioni di azioni. I documenti fiscali hanno mostrato come parte delle vendite sia stata fatta sulla base di un piano stipulato a settembre, e parte per adempiere ad alcuni obblighi fiscali, anche questi previsti da tempo, e in ogni caso mesi prima del sondaggio pubblicato su Twitter.

Musk è una delle persone più ricche al mondo e Tesla è la casa di produzione automobilistica di maggior valore al mondo: circa mille miliardi di dollari. Al sondaggio pubblicato da Musk su Twitter avevano partecipato 3,5 milioni di persone, e l’opzione per chiedere a Musk di vendere le sue azioni aveva vinto col 57,9 per cento dei voti.

– Leggi anche: Un sondaggio su Twitter ha chiesto a Musk di vendere il 10% delle sue azioni di Tesla

Elon Musk, imprenditore statunitense fondatore di Tesla (AP Photo/Susan Walsh)