• Mondo
  • martedì 19 Ottobre 2021

Almeno 30 persone sono state uccise in Nigeria in un attacco di un gruppo armato locale

Domenica almeno 30 persone sono state uccise in un attacco armato a Goronyo, nello stato nigeriano di Sokoto, nel nord-ovest della Nigeria. Un gruppo di persone armate ha raggiunto Goronyo domenica sera e ha cominciato a sparare agli abitanti: l’attacco è durato per diverse ore e non si conosce ancora il numero preciso delle persone uccise.

L’attacco di domenica è solo l’ultimo di una lunga serie: lo stato di Sokoto è uno dei più colpiti dalla criminalità locale, i cui attacchi e rapimenti si sono intensificati molto negli ultimi mesi. Il capo dell’esercito nigeriano, Farouk Yahaya, ha recentemente avviato alcune operazioni militari speciali per cercare di contrastare il problema: nell’ultimo anno sono state uccise centinaia di persone, migliaia sono state rapite e gli attacchi hanno colpito molto spesso bambini (secondo dati dell’UNICEF, nell’ultimo anno ne sono stati rapiti 1.400).

È la prima volta che le bande criminali della zona agiscono vicino a una città (l’attacco è avvenuto a circa 75 km da Sokoto, capitale dello stato omonimo): fino ad ora gli attacchi erano sempre avvenuti in zone rurali.

– Leggi anche: I rapimenti nelle scuole della Nigeria

Un ragazzo in bicicletta a Daura, in Nigeria (AP Photo/Ben Curtis, File)
TAG: