• Mondo
  • sabato 25 Settembre 2021

Un’autobomba è esplosa vicino al palazzo presidenziale di Mogadiscio, in Somalia: sono morte almeno sette persone

Un’autobomba è esplosa sabato contro un posto di blocco che proteggeva l’ingresso del palazzo presidenziale di Mogadiscio, la capitale della Somalia, uccidendo almeno sette persone. I feriti sarebbero almeno altrettanti, secondo quanto riferito dal capo della polizia. L’attacco ha colpito alcuni veicoli che stavano aspettando di passare il posto di blocco, dove spesso passano anche i convogli del presidente somalo e del primo ministro.

Al Shabaab, un gruppo terroristico islamista vicino ad al Qaida, ha rivendicato l’attentato, ha scritto Associated Press. Al Shabaab da anni compie attacchi terroristici in Somalia, con l’obiettivo di rovesciare il governo.

Personale medico trasporta un corpo dopo l'attacco a Mogadiscio ( AP Photo/Farah Abdi Warsameh)