• Italia
  • venerdì 30 Luglio 2021

È stato arrestato Gaetano Aronica, il consigliere comunale di Licata eletto con la lista della Lega che aveva sparato al suo ex socio

Gaetano Aronica, il consigliere comunale di Licata (provincia di Agrigento) che qualche giorno fa ha sparato a un ex socio ferendolo al braccio, è stato arrestato e si trova ora ai domiciliari con il braccialetto elettronico: «C’è il concreto e attuale pericolo che commetta altri reati della stessa specie», ha scritto il gip di Agrigento Stefano Zammuto nell’ordinanza di custodia cautelare. Il Corriere della Sera scrive che Aronica è accusato di tentato omicidio, porto e detenzione di arma clandestina e ricettazione.

Mercoledì 28 luglio, dopo aver partecipato a una seduta dal consiglio comunale, Aronica è stato ripreso dalle telecamere di un negozio mentre inseguiva a piedi l’auto dell’ex socio, Giuseppe Caico, 71 anni, impugnando la pistola, una calibro 22 detenuta illegalmente. Ha sparato quattro colpi, ha scritto il gip, di cui uno soltanto ha colpito Caico al braccio. Un’ora dopo aver sparato, Aronica si è presentato con il suo avvocato dai carabinieri.

Gaetano Aronica è un consigliere comunale in carica e fino a ieri era indagato in stato di libertà. È stato eletto nel 2018 nella lista “Lega noi con Salvini”, anche se non fa più parte del gruppo in consiglio comunale. Aronica e Giuseppe Caico avevano entrambi delle quote in un’attività di onoranze funebri e avevano contrasti da tempo. A Giuseppe Caico i medici dell’ospedale di Licata hanno diagnosticato 20 giorni di prognosi.