(ANSA/ Andrea Merola)

I nuovi colori delle regioni, da lunedì

Tutta l'Italia sarà in zona gialla tranne Valle d'Aosta, Sicilia e Sardegna, che saranno in zona arancione

(ANSA/ Andrea Merola)

In base alle nuove ordinanze firmate dal ministro della Salute Roberto Speranza, da lunedì 10 maggio la Valle D’Aosta passerà dalla zona rossa a quella arancione, mentre Basilicata, Calabria e Puglia passeranno dalla zona arancione a quella gialla. Oltre alla Valle D’Aosta, saranno in zona arancione anche Sicilia e Sardegna, che già lo erano, mentre tutte le altre regioni italiane saranno in zona gialla. Non ci sarà nessuna regione o provincia autonoma in zona rossa o in zona bianca.

Nelle zone gialle, tornate in vigore il 26 aprile, hanno riaperto bar e ristoranti, sia a pranzo che a cena ma solo per il servizio all’aperto; hanno riaperto anche musei, cinema, teatri e sale da concerto, ma con capienza ridotta, ed è tornato possibile fare attività fisica all’aperto, anche per gli sport di contatto.

In base alle misure in vigore dal 26 aprile, ci si può spostare liberamente tra le regioni in zona gialla. Tra le regioni in zona arancione o rossa invece ci si può spostare per motivi di lavoro, salute o necessità, oppure con un “certificato verde”: cioè una certificazione dell’avvenuta vaccinazione contro il coronavirus, della guarigione dall’infezione o della negatività al virus tramite tampone molecolare o antigenico (valido solo se effettuato nelle precedenti 48 ore).

– Leggi anche: Le regole per viaggiare in Italia e all’estero

Le cose da sapere sul coronavirus