• Mondo
  • venerdì 23 Aprile 2021

La Slovacchia ha ordinato l’espulsione di tre diplomatici russi per esprimere solidarietà alla Repubblica Ceca

Giovedì il primo ministro slovacco Eduard Heger ha detto di avere ordinato l’espulsione di tre diplomatici russi, una mossa decisa per esprimere solidarietà alla Repubblica Ceca, che lo scorso fine settimana aveva ordinato l’espulsione della maggior parte dello staff diplomatico russo nel suo paese. Anche Lituania, Lettonia ed Estonia – tre paesi membri sia della NATO che dell’Unione Europea – hanno preso una simile decisione.

Le espulsioni decise dalla Repubblica Ceca sono arrivate dopo che si era saputo che agenti russi erano stati coinvolti nelle esplosioni avvenute tra ottobre e dicembre 2014 nei depositi di munizioni a Vrbetice, al confine con la Slovacchia, nelle quali erano morti due cittadini cechi. Si era così innescata una crisi diplomatica tra Russia e Repubblica Ceca, e la Russia aveva risposto espellendo a sua volta 20 diplomatici cechi.

– Leggi anche: La storia di spie ed esplosioni dietro la crisi diplomatica tra Russia e Repubblica Ceca

Il primo ministro slovacco Eduard Heger (Martin Baumann/TASR via AP)