• Mondo
  • martedì 6 Aprile 2021

Almeno 26 persone sono morte in Bangladesh a causa del naufragio di un traghetto

Domenica un traghetto con a bordo circa 50 passeggeri che navigava sul fiume Shitalakhsya, in Bangladesh, è affondato dopo essersi scontrato con una nave da carico, causando la morte di almeno 26 persone. Non tutte le persone che viaggiavano sul traghetto sono state trovate e i morti potrebbero essere di più di quelli finora comunicati. Il traghetto è affondato circa 20 chilometri a sud di Dacca, la capitale del paese, e aveva a bordo persone che cercavano di lasciare la città dopo che il governo aveva annunciato un lockdown di una settimana per contenere i contagi da coronavirus. Domenica in Bangladesh sono stati registrati oltre 7mila nuovi contagi.

Nel paese ci sono molti corsi d’acqua navigabili, gli incidenti di questo genere sono abbastanza frequenti e molte persone muoiono ogni anno in circostanze simili a causa della scarsa sicurezza applicata alla navigazione.

I soccorritori sollevano dall'acqua il traghetto affondato domenica nel fiume, a sud di Dacca, in Bangladesh (AP Photo/Mushfiqul Alam)