• Mondo
  • martedì 30 Marzo 2021

La Germania ha cambiato le regole per la somministrazione del vaccino di AstraZeneca

Martedì, la Germania ha cambiato le regole per la somministrazione del vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca in seguito a nuovi casi di problemi circolatori (trombosi) riscontrati in alcune persone da poco vaccinate. Da mercoledì il vaccino AstraZeneca sarà somministrato solo alle persone con più di 60 anni, mentre le persone con meno di 60 anni potranno ottenere il vaccino solo assumendosene il rischio e dopo un attento esame della propria situazione clinica e dei rischi collegati al vaccino.

La decisione è stata presa dal governo e dai ministri della Salute di tutti gli stati federali dopo che la Commissione permanente per i vaccini (STIKO) aveva cambiato le raccomandazioni sull’uso del vaccino. A sua volta, la Commissione aveva diffuso le nuove raccomandazioni dopo che il Paul-Ehrlich-Institut, l’agenzia del governo che si occupa della sicurezza dei medicinali, aveva evidenziato nuovi casi di una rara forma di trombosi in persone che avevano ricevuto il vaccino AstraZeneca. I nuovi casi di trombosi, ha scritto lo Spiegel, riguardano 31 persone sui circa 2,7 milioni che in Germania hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca, e in grandissima parte si sono presentati in persone con meno di 60 anni.

La somministrazione del vaccino di AstraZeneca era già stata sospesa in Europa a inizio marzo dopo che erano stati riscontrati alcuni casi di trombosi in persone che avevano ricevuto il vaccino. Le somministrazioni erano poi ricominciate dopo che l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) aveva confermato la sicurezza del vaccino spiegando di non aver trovato un nesso causale tra i casi di trombosi in generale e l’utilizzo del vaccino di AstraZeneca.

Angela Merkel (Clemens Bilan - Pool/Getty Images)