(ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Renato Brunetta ha molta stima di Luigi Di Maio

In una intervista al Corriere della Sera lo ha definito «un leader vero», sostenendo che alcune sue posizioni siano vicine a quelle di Forza Italia

(ANSA/ALESSANDRO DI MEO

In due interviste al Foglio e al Corriere della Sera, il leader di Forza Italia Renato Brunetta si è molto complimentato con Luigi Di Maio per le sue recenti prese di posizione e per un programma politico in dieci punti pubblicato due giorni fa dal Foglio.

I complimenti di Brunetta, considerato molto vicino a Silvio Berlusconi, arrivano in un momento molto particolare in cui Forza Italia ha votato insieme alla maggioranza di governo l’ultimo scostamento della legge di bilancio, mentre Berlusconi stesso sembra sempre più distante dalle posizioni dei suoi alleati tradizionali, i partiti di estrema destra di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Anche il Movimento 5 Stelle – nato nel contesto dell’opposizione ai governi di Berlusconi – sta attraversando una transizione, in cui Di Maio rappresenta l’ala più moderata di parlamentari e attivisti.

Nell’intervista al Foglio, Brunetta ha lodato i contenuti del nuovo programma politico di Di Maio – «La tua lettera di ieri per ben il novantacinque per cento del suo contenuto l’avrei potuta scrivere io. Venti o trent’anni fa», «il testo è scritto bene. E’ intelligente» – mentre col Corriere si è concentrato sulle qualità personali che vede in Di Maio:

«Di Maio è un leader, non si discute. Un leader vero. In lui ho visto la fatica che fanno i veri leader, la più gravosa, quella di rendersi protagonisti della necessaria metamorfosi delle forze politiche che guidano. Ecco, Di Maio sta trasformando un movimento caotico in un partito strutturato e responsabile. E queste imprese non le raggiungi se non sei un leader»

Né Di Maio né il Movimento 5 Stelle hanno ancora commentato l’intervista.